• Articolo , 29 settembre 2008
  • Il solare “2 in 1”: elettricità ed acqua calda insieme

  • Dalla scienza australiana una nuova generazione di pannelli solari in grado di fornire energia elettrica oltre a quella termica, dimezzando il costo di conversione

Esistono i moduli fotovoltaici ed i pannelli termici, ed ora grazie al lavoro di alcuni ingegneri dell’Università nazionale di Canberra anche dei nuovi dispositivi solari in grado di assolvere ad entrambe le funzioni. Si tratta di pannelli costituiti da sottilissimi canali con superficie a specchio, grazie alla quale i raggi luminosi vengono concentrati su una striscia che percorre i canaletti in tutta la loro lunghezza, producendo elettricità. Inoltre la striscia contiene anche acqua trattata, che riscaldata trasferisce il proprio calore ad un serbatoio. Un’installazione di media grandezza, spiega il responsabile del progetto Igor Skryabin del Collegio di Ingegneria dell’ateneo, potrebbe fornire acqua calda sufficiente per un’unità familiare, e se l’abitazione risponde ad alti target di efficienza energetica, sarebbe in grado di alimentarla per una proporzione che va da metà a due terzi del fabbisogno. Il progetto, detto “due in uno”, è tuttora in fase di sperimentazione, grazie ai fondi del governo australiano che ha finanziato la prima fase con 1,8 milioni di dollari. Al progetto partecipano anche l’Università di Tianjin in Cina e la compagnia della Silicon Valley Chromasum.