• Articolo , 9 febbraio 2011
  • Il vento del Pakistan riceve un finanziamento da 36,8 mln di dollari

  • Con lo scopo di ottenere entro il 2030 il 6% dell’energia prodotta sfruttando fonti rinnovabili, la ADB concende un prestito da quasi 40 milioni di dollari per l’ampliamento di un parco eolico che passerà da 6 a 56,4 MW di istallato

(Rinnovabili.it) – La Banca Asiatica per lo Sviluppo (ADB) ha concesso un finanziamento da 36,8 milioni di dollari per l’ampliamento di un parco eolico in Pakistan, nel sud della provincia di Sindh, a 100 km dal capoluogo Karachi, per portare la potenza istallata da 6 a 56,4 MW, il cui adeguamento dovrebbe essere completato entro il 2012 per un costo totale di 147 milioni di dollari.
“Il progetto avrà diversi vantaggi, compreso il contributo al raggiungimento dell’obiettivo del governo fissato al 2030 che mira alla produzione del 6% di energie da fonte rinnovabile all’interno del mix energetico totale contribuendo anche ad aumentare le opportunità di occupazione e di crescita economica in una delle regioni più povere del paese”, ha commentato Siddharta Shah della ADB.
Il governo del Pakistan ha dovuto introdurre, nell’anno passato, il razionamento dell’energia nelle aree urbane per affrontare la carenza cronica di energia nel paese, a tutt’oggi guidato da una dipendenza quasi totale dalle importazioni di combustibili fossili, da cattivi investimenti in nuove istallazioni e da una domanda di elettricità che cresce costantemente.
“Questo accordo dovrebbe fornire un modello per futuri progetti eolici privatamente finanziati e manda un segnale che il settore eolico del Pakistan è attraente per gli investitori e per i finanziamenti” ha affermato il direttore dell’ADB per le operazioni del settore privato, Michael Barrow.