• Articolo , 10 maggio 2010
  • Il WWF Spagna pubblica il bollettino energetico

  • Aumento della percentuale di rinnovabili nel mix enenrgetico, diminuzione delle emissioni nocive ma, allo stesso tempo, aumento dei rifiuti tossici provenienti dalle centrali nucleari. Il bollettino del WWF disegna il panorama energetico della penisola iberica

(Rinnovabili.it) – L’obiettivo principale dell’Osservatorio per l’energia elettrica del WWF consiste nel monitorare i consumi e le emissioni di CO2 legate alla produzione oltre che all’impiego. Il “bollettino”:http://assets.wwfspain.panda.org/downloads/datos_anuales__peninsula_2009.pdf, che viene pubblicato periodicamente, rappresenta un mezzo per sensibilizzare i consumatori circa il risparmio energetico e le rinnovabili, facendo leva sugli impatti ambientali e sull’importanza di combattere il cambiamento climatico.
Grazie alla differenziazione in base alle fonti utilizzate, i cittadini possono conoscere nel dettaglio che tipo di energia stanno utilizzando e, grazie all’ultima pubblicazione, il WWF ha potuto diffondere dati incoraggianti: le emissioni di CO2 si sono ridotte del 58% rispetto al 2009, soprattutto grazie all’incremento delle rinnovabili registrato nel corso del mese di aprile.
Secondo l’Osservatorio dell’elettricità 2010 le emissioni di biossido di carbonio prodotte dal settore dell’elettricità rimangono a livelli bassi, con 111 grammi di CO2 per kWh generato, raggiunto grazie al maggiore impiego di rinnovabili nella generazione durante il mese di aprile, aumento calcolato in una percentuale pari al 35% della produzione totale, che ha contribuito con un 39% in più di elettricità rispetto all’aprile del 2009.
Nel mix energetico della penisola iberica ha una certa rilevanza l’energia idroelettrica, in percentuale pari al 20,2% del totale, seguita dall’eolico per un 12,5% della produzione totale, entrambe fondamentali nella politica per la salvaguardia dell’ambiente.
Altra nota positiva relativa al mese di aprile la diminuzione della domanda energetica, scesa del 12,3% rispetto a marzo 2010 cresciuta invece del 5,7% rispetto all’aprile dello scorso anno.
L’aumento è stato altresì registrato nel settore rifiuti legati alla generazione di energia dalle centrali nucleari, che risultano essere aumentati in maniera progressiva.
Secondo Mar Asunción, capo del Climate Change Programme del WWF Spagna “E ‘molto importante continuare a sostenere lo sviluppo delle energie rinnovabili per raggiungere un sistema elettrico ad emissioni zero. E’ pertanto indispensabile una regolamentazione stabile e adeguata, dal momento che queste energie hanno dimostrato di essere un’alternativa ai combustibili fossili e contribuiscono notevolmente alla riduzione delle emissioni”.