• Articolo , 21 ottobre 2010
  • Illuminazione intelligente, oggi e domani meeting internazionale ESOLi

  • Fino a domani, 22 ottobre, si terrà a Barcellona il primo meeting tecnico che riunisce i partecipanti al progetto europeo ESOLi. Un programma che punta a sostenere le piccole amministrazioni e le aziende di settore che vogliono adottare sistemi di illuminazione intelligenti riducendo i consumi

(Rinnovabili.it) – Si è aperto questa mattina nella città di Barcellona il primo project meeting tecnico che riunisce esperti, aziende e amministrazioni pubbliche per fare il punto sul programma “ESOLi”:http://www.esoli.org/ e discutere sulle strategie da adottare per incrementare l’uso di tecnologie intelligenti e per ridurre le emissioni di CO2 dell’illuminazione stradale in Europa. L’ _Energy Saving Outdoor Lighting_ è un programma nato in ambito comunitario e finanziato dall’Unione Europea con l’obiettivo di sensibilizzare proprio operatori pubblici e privati sull’importanza dell’adozione di un sistema di illuminazione intelligente che possa aiutare a contenere i consumi.
I partner del progetto, che parteciperanno al meeting spagnolo fino a domani, hanno come obiettivo la valutazione del risparmio energetico in contesti diversi, e dovranno coordinare varie iniziative in ambito locale, nonché accelerare lo sviluppo della legislazione e delle norme interne.
Tra gli obiettivi più importanti che si prefigge ESOLi infatti non c’è solo aumentare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di CO2 dell’illuminazione esterna, ma anche stabilire schemi di finanziamento innovativi per il trasferimento di conoscenze da parte di paesi con esperienza in paesi con pochi punti luce intelligente.
Il programma punta a realizzare anche una rete globale di portatori di interessi pubblico-privati in ambito nazionale ed europeo, migliorando le condizioni di mercato per le società di servizi energetici. In questo modo l’Unione Europea vuole supportare soprattutto gli enti locali nell’adozione di sistemi energetici intelligenti, sostituendo i vecchi impianti ad esempio con l’illuminazione a led. Un progetto che ha già registrato l’adesione di 16 partner provenienti di 14 differenti paesi in rappresentanza del mondo delle imprese, degli enti locali, delle Esco e delle società elettriche. In prima fila anche l’Italia, con il Gruppo Impresa Finance Srl che è il partner italiano del progetto che prevede, come obiettivo finale, una riduzione del consumo di energia per l’illuminazione esterna pari al 60%.