• Articolo , 29 ottobre 2008
  • Imola, capitale del fotovoltaico

  • Imola si candida come città leader in Italia nell’ambito del fotovoltaico. Si susseguono, infatti, a ritmo incalzante le notizie di impianti installati, o in procinto di esserlo, in riva al Santerno. Tutti tra i più grandi della Regione. Per il momento a poter vantare questo titolo è quello della Clai, azienda imolese leader nella produzione […]

Imola si candida come città leader in Italia nell’ambito del fotovoltaico.
Si susseguono, infatti, a ritmo incalzante le notizie di impianti installati, o in procinto di esserlo, in riva al Santerno.
Tutti tra i più grandi della Regione.
Per il momento a poter vantare questo titolo è quello della Clai, azienda imolese leader nella produzione di salumi che qualche mese fa fece montare sul tetto del proprio stabilimento di Sasso Morelli un impianto da 120mila kWh. Struttura che, paradossalmente, potrebbe addirittura scendere dal “podio”.
Nuovi impianti fotovoltaici, ancora più grandi, sono infatti all’orizzonte.
COOP TRASPORTI
Quello più vicino, in ordine di tempo è l’impianto voluto dalla Coop Trasporti in un terreno di sua proprietà a Zello.
Il “gigante” da 5 ettari costerà circa 9,5 milioni di euro, una cifra che secondo le stime dovrebbe essere recuperata in 10-12 anni.
La Coop Trasporti conferma quindi di credere fortemente nel sole quale alleato, visto l’impianto “numero uno” fatto installare qualche mese fa nella sede di via Ca’ di Guzzo. L’esperimento fu affidato a un’altra impresa del territorio, la Fcm Server di Castel Guelfo, che montò un impianto da 50 kw di potenza massima. Niente in confronto al “gigante” che sta per nascere e che metterà a disposizione di Enel 1,8 Megawatt.
L’area dove sorgerà l’impianto non è stata scelta a caso. E’, infatti, vicina al cuore delle lavorazioni della Coop Trasporti e non molto distante dalla linea Enel su cui scaricare i Megawatt prodotti. Dunque, niente nuovi elettrodotti da stendere.
Entro la fine del 2008 le autorizzazioni, come lo screening chiesto alla Provincia di Bologna dovrebbero essere pronte. Per la primavera 2009, quindi, i lavori dovrebbero effettivamente partire.
Ma chi firmerà il “gigante”? Per ora ci sono solo voci, che citano l’Elettronica Santerno, leader nella produzione di inverter, la Sunpower di Faenza o, ancora, la stessa Fcm Server. Solo a fine anno si saprà ufficialmente chi sarà il “papà” del mega impianto.
SSG CLEANTECH
Ma la Coop Trasporti non è l’unico gruppo in procinto di mettere “sotto contratto” il sole: l’idea è stata abbracciata anche dalla Ssg Cleantech Srl, che ha chiesto alla Provincia di fare partire la procedura di verifica (screening). La società imolese è pronta a installare un impianto di 1 megawatt di potenza in via Cipolla, nel podere Zerina, un’area precedentemente utilizzata dalla Regione come vivaio.
Qualche mese fa il Comune di Imola ha, però, emesso un bando per la concessione del terreno. L’ha spuntata proprio la Ssg Cleantech Srl, che allo scadere dei 25 anni restituirà al Comune il terreno privo dei pannelli che presto vi campeggeranno. Il Comune in cambio dell’uso del terreno incasserà un canone annuo e una piccola partecipazione al Conto energia.
E I PRIVATI?
Alla corsa all’impianto fotovoltaico partecipano, però, anche i privati.
Uno di essi pensa in grande e medita di installare due complessi da 232 pannelli ciascuno in via Gratusa. Un investimento non di piccolo conto che verosimilmente darà i suoi frutti. Il sole è, infatti, un dipendente che pare sempre più produttivo e affidabile nel nostro territorio.
Lisa Laffi