• Articolo , 8 maggio 2009
  • Imola, energia elettrica a prezzi “speciali”

  • La convenzione stipulata tra Comune ed Hera per la realizzazione della centrale di cogenerazione prevede una serie di benefici.

Definiti i vantaggi della convenzione stipulata tra Comune ed Hera per la realizzazione del nuovo impianto di cogenerazione della città.
La convenzione, avviata nell’agosto 2007 con durata 6 anni, prende in considerazione vari aspetti, con ricadute positive sulla città in termini sia ambientali che economici, e i punti qualificanti sono stati evidenziati dall’assessore all’Ambiente del Comune di Imola Luciano Mazzini.
“In primo luogo – ha spiegato l’assessore Luciano Mazzini – il sostegno al piano della mobilità: Hera fornirà oltre una ventina di veicoli elettrici (la gara per la fornitura è stata vinta dalla MicroVett di Imola), che andranno a sostituire quelli a benzina fino ad oggi utilizzati dai vari servizi comunali e le apposite colonnine per la ricarica dei mezzi”.
In secondo luogo, verrà realizzata un’area verde nelle adiacenze della centrale.
“In terzo luogo Hera verserà al Comune 100 mila euro all’anno, a cui si aggiunge il 20% dei certificati energetici incassati da Hera e che il Comune utilizzerà per interventi in campo ambientale” ha aggiunto Mazzini.
Sono inoltre previsti sconti sulle tariffe per chi attiva il teleraffrescamento – dal 50 al 75% della tariffa normale -, e sconti sul costo di allacciamento al teleriscaldamento che vanno dal 50 all’80%, ai quali si aggiunge un ulteriore sconto del 20% se l’allacciamento avviene durante i lavori di predisposizione della rete di teleriscaldamento da parte di Hera.
In particolare sono state presentate le tariffe speciali per l’energia elettrica destinate da Hera Comm in esclusiva ai cittadini e alle attività con partita Iva imolesi, come previsto dalla convenzione.
Lo sconto praticato da Hera Comm è del 10% e viene applicato sulla componente energia del prezzo dell’energia elettrica nelle ore vuote con le offerte a libero mercato: quelle proposte agli imolesi sono tre e il risparmio annuale varia dai 16 ai 50 euro a seconda dell’offerta scelta.
Per le famiglie la formula “Risparmio Plus Imola” assicura l’energia elettrica alle tariffe amministrate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, garantendo il 10% di sconto sulla componente per l’acquisto e il dispacciamento dell’energia elettrica. Negli altri territori la formula “Risparmio” viene proposta con lo sconto del 4%.
La TRE x TE Imola fissa invece per 3 anni il costo della componente energia dell’elettricità e assicura un taglio all’anno. L’offerta, con prezzi decrescenti e per ciascun anno invariabili, è disponibile sia per fasce orarie distinte sia monoraria (nel caso non sia ancora a disposizione del cliente il contatore biorario) e può essere applicata anche alla componente energia del gas, oltre che all’energia elettrica.
Le famiglie che sottoscriveranno una di queste offerte entro il 31 ottobre 2009, riceveranno un buono per il ritiro gratuito di 3 lampadine a basso consumo o di un set con caricabatteria e 4 pile stilo ricaricabili. Nel caso il cliente decida di non beneficiare del buono, Hera destinerà un importo pari al loro valore commerciale al Comune di Imola, che andrà ad incrementare il fondo gestito dall’Azienda servizi alla persona e destinato ad aiutare le famiglie in difficoltà.
Anche alle piccole attività commerciali di Imola, con la nuova centrale di via Casalegno Hera Comm darà l’energia elettrica ad un prezzo speciale. Le offerte riguardano la fornitura della sola energia elettrica o di energia elettrica unitamente al gas naturale a prezzi esclusivi e molto vantaggiosi, rispetto alle stesse offerte proposte normalmente sul mercato.
“E’ la prima volta in Italia – ha sottolineato Cristian Fabbri, amministratore delegato di Hera Comm – che in una convenzione per la costruzione di un grande impianto è previsto anche uno sconto sulle tariffe. Si tratta quindi di un punto importante che sottolinea ancora una volta il forte radicamento e la ricaduta positiva delle attività del Gruppo Hera nei suoi territori”.
“Ricordiamo tra l’altro – ha aggiunto l’Ing. Roberto Barilli, Direttore Generale del Gruppo Hera – che tra i benefici derivanti da questa centrale per la città e i cittadini di Imola, oltre al miglioramento delle condizioni ambientali, ci sono importanti contributi per gli allacciamenti alla rete di teleriscaldamento”.
Da parte sua il sindaco di Imola, Daniele Manca, ha sottolineato: “La centrale assume sempre più le caratteristiche di un investimento nel campo della sostenibilità ambientale, che fra l’altro è stato gestito e governato con una larga partecipazione di cittadini e che ha portato anche ad investimenti per la mobilità sostenibile”.
“Con questa infrastruttura – ha aggiunto il sindaco Manca -, Imola si caratterizza come una città che vuole aggredire i cambiamenti dello sviluppo puntando nella direzione di una “green economy”. Lavoreremo per rendere sempre più attrattivo il nostro territorio, al fine di favorire l’insediamento di nuove imprese che operano nel settore della sostenibilità ambientale. Si possono costruire attività legate alla mobilità sostenibile coinvolgendo anche l’autodromo che può fungere da polo tecnologico per sperimentare soluzioni in questo campo”.
Per il sindaco Manca “la centrale di cogenerazione dà autosufficienza energetica e permette di costruire un rapporto positivo con l’utenza, attraverso la riduzione delle tariffe sia per le famiglie che per le imprese. Questo va nella direzione di spendere meno e consumare meglio”.
“Vogliamo fare di Imola una città che si collega alle città europee più avanzate in materia di riduzione delle emissioni in atmosfera. Proprio partendo dalla nuova centrale guardiamo al futuro con un progetto strategico che aumenta la qualità della vita e punta, per il rilancio produttivo, su uno sviluppo di nuove tecnologie nel settore ambientale” ha concluso Manca.
Infine è stata presentare la biciclettata ambientalista promossa dalla polisportiva Avis di Imola per domenica 10 maggio. Ermo Sasso, presidente della polisportiva, ha presentato l’iniziativa, che partirà dal Prato della Rocca alle ore 9.30. A tutti i bambini e ragazzi verrà consegnato un berretto colorato e alle famiglie una borsa ecologica di tela per la spesa, messi a disposizione da Hera Imola Faenza. Inoltre vi sarà anche un omaggio offerto dalla Ausl di Imola.
La biciclettata arriverà al nuovo impianto di Hera attraverso un percorso lungo le nuove piste ciclabili della città: la Coppi Bartali/Sante Zennaro, per poi girare in via D’Acquisto, attraversare il nuovo ponte sulla Bretella, via Pola, e giungere dai sottopassi della via Emilia e di Pontesanto alla nuova centrale.
La biciclettata sarà l’occasione per effettuare visite guidate alla centrale. Lo scorso anno il serpentone colorato arrivò alla nuova stazione ecologica di Hera, in via Laguna, e vide la presenza di circa 2mila persone.