• Articolo , 26 marzo 2009
  • Impianti eolici, a Calimera nesce un piano regolatore

  • Un piano regolatore comunale degli impianti eolici: è questa l’iniziativa che l’assessorato all’Urbanistica del Comune di Calimera ha deciso d’intraprendere, tra i primi paesi nel Salento, al fine di regolamentare l’installazione degli impianti eolici e delle opere accessorie sul territorio comunale, attraverso l’identificazione delle aree non idonee alla localizzazione degli aerogeneratori, in aggiunta a quelle […]

Un piano regolatore comunale degli impianti eolici: è questa l’iniziativa che l’assessorato all’Urbanistica del Comune di Calimera ha deciso d’intraprendere, tra i primi paesi nel Salento, al fine di regolamentare l’installazione degli impianti eolici e delle opere accessorie sul territorio comunale, attraverso l’identificazione delle aree non idonee alla localizzazione degli aerogeneratori, in aggiunta a quelle espressamente individuate dalla legge (ai sensi del regolamento regionale numero 16/2006).
E proprio su questa importante iniziativa, è stata convocata per il prossimo 30 marzo, alle ore 18.30, presso la Bibliomediateca, sita in Via Salvo D’Acquisto, una pubblica assemblea, per esaminare e discutere con le associazioni culturali e sociali e la cittadinanza, la proposta progettuale preliminare del P.r.i.e., così come redatta dall’Ufficio Tecnico comunale, anche ai fini della valutazione degli aspetti ambientali. “L’iter approvativo – spiega il titolare dell’assessorato, Luigi Mazzei – prevede un’azione partecipata, che terrà conto delle eventuali indicazioni pervenute, per poi consentire al consiglio comunale la definitiva approvazione. Com’è noto, tale strumento è molto importante nel futuro assetto territoriale comunale, ma è auspicabile che si confronti anche con le previsioni di analoghi strumenti urbanistici dei comuni limitrofi e dell’hinterland”.
“Considerate le numerose richieste di installazione di impianti eolici – prosegue Mazzei -, il nuovo strumento urbanistico ambientale consentirà di regolamentare la giusta localizzazione degli aereogeneratori nel territorio comunale. Va tenuto conto che Calimera non dispone di un vasto territorio e che il comune di Carpignano ha già attivato un parco eolico verso i nostri confini territoriali. Con questo importante strumento – specifica Mazzei – l’amministrazione continua a dimostrare grande attenzione verso il corretto utilizzo delle energie rinnovabili, che possono consentire il miglioramento della qualità della vita oltre a portare benefici economici ai cittadini”.
Il piano energia-ambiente che il Comune sta varando dovrà consentire il miglior utilizzo di tutte le tecnologie disponibili, per ridurre l’inquinamento ambientale, garantendo una crescita socio-culturale di Calimera. A giorni, inoltre, sarà pronto il bando per la riqualificazione della pubblica illuminazione con l’utilizzo di lampade a basso consumo ed il bando per l’installazione del fotovoltaico su aree pubbliche. Iniziative, che si aggiungeranno alla piccola centrale a biomasse da 1w, alimentata da legno vergine, che garantirà la diminuzione dell’inquinamento ambientale nel territorio grecofono, grazie al conferimento nell’impianto degli sfalci delle potature oggi inconsultamente bruciati in campagna.