• Articolo , 23 luglio 2008
  • Impianto fotovoltaico in ex-discarica salernitano

  • Nell’area dell’ex discarica in localita’ Sardone, nel salernitano,, il Consorzio Salerno 2 ha realizzato un impianto di produzione di energia fotovoltaica per 50 Kw. L’energia prodotta e’ gia’ immessa nella rete elettrica di Enel distribuzione. Grazie al solare di Sardone, l’area del comprensorio dei Picentini potra’ avvalersi annualmente di oltre 65 mila kwh di energia […]

Nell’area dell’ex discarica in localita’ Sardone, nel salernitano,, il Consorzio Salerno 2 ha realizzato un impianto di produzione di energia fotovoltaica per 50 Kw. L’energia prodotta e’ gia’ immessa nella rete elettrica di Enel distribuzione. Grazie al solare di Sardone, l’area del comprensorio dei Picentini potra’ avvalersi annualmente di oltre 65 mila kwh di energia pulita. “L’impianto – spiega il presidente del consorzio Dario Barbirotti – evita l’immissione in atmosfera di almeno 37 tonnellate annue di anidride carbonica e l’abbattimento annuo di 4.800 alberi o l’estrazione di circa 100 barili di petrolio, per produrre l’energia equivalente”. Si tratta del terzo impianto solare che il consorzio realizza, dopo gli altri due gia’ costruiti nell’ex sversatoio in localita’ Parapoti nel territorio del comune di Montecorvino Rovella. Complessivamente i tre impianti fotovoltaici producono 120 kwh, che sono immessi nella rete elettrica nazionale. Quello di Sardone e’ costituito da n. 302 moduli fotovoltaici di silicio policristallino da 165W ognuno, per una potenza complessiva di 49,830 kW. I moduli sono organizzati in 12 sottocampi con inverter. Nei siti di Sardone e Parapoti, inoltre, dal 2001 sono in funzione due altri impianti di produzione di energia pulita, utilizzando la captazione del metano prodotto dai biogas dei rifiuti.