• Articolo , 3 aprile 2009
  • Imprese, scuole e istituzioni chiamate da Unioncamere Molise a promuovere il tema del risparmio energetico

  • Le nuove tecnologie energetiche sono un fattore chiave per lo sviluppo economico e le istituzioni devono realizzare ogni forma di intervento che sostenga le imprese ad investire nel settore. Con questo obiettivo l’Unioncamere Molise ha promosso la partecipazione, gratuita, di quattro imprese molisane (Palombo srl, Omegadati srl; Grecomeccanica srl; Teknoeletric srl) a workshop tematici e […]

Le nuove tecnologie energetiche sono un fattore chiave per lo sviluppo economico e le istituzioni devono realizzare ogni forma di intervento che sostenga le imprese ad investire nel settore.
Con questo obiettivo l’Unioncamere Molise ha promosso la partecipazione, gratuita, di quattro imprese molisane (Palombo srl, Omegadati srl; Grecomeccanica srl; Teknoeletric srl) a workshop tematici e incontri business to business finalizzati a creare partnership transnazionali in materia di fonti energetiche rinnovabili, nell’ambito dell’Energy Med 2009, la mostra convegno sull’energia e sul riciclo, che si è svolta a Napoli dal 26 al 28 marzo 2009. Gli incontri B2B complessivi delle nostre aziende sono stati 24, svolti tutti nella giornata del 27 marzo, ed hanno dato la possibilità ai nostri imprenditori di avviare importanti contatti con altre aziende del settore.
Oltre agli incontri BtoB delle quattro aziende molisane, l’Unioncamere Molise ha promosso anche la visita degli alunni delle terze classi dell’I.T.I.S di Campobasso per approfondire il settore della meccatronica-energetica. Gli studenti, guidati dal professore Sergio Calleo, si sono mostrati particolarmente interessati a temi come il fotovoltaico, il riciclo dei rifiuti, ma soprattutto alle applicazioni pratiche che i temi trattati possono avere nel campo agricolo ed industriale.
EnergyMed ha rappresentato anche il contesto ideale per un confronto istituzionale sullo stato dell’arte di settori innovativi legati al solare, all’eolico, alle caldaie ad alta efficienza, alle biomasse e più in generale alle tematiche relative alle fonti energetiche alternative. Per queste ragioni all’evento ha partecipato anche la Camera di Commercio di Campobasso, che ha presentato lo studio di fattibilità per il risparmio energetico, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Energia Elettrica dell’Università La Sapienza di Roma.
A presentare lo studio sono stati il professore Giuseppe Parise e l’ingegnere Ferdinando Massarella, che hanno illustrato il progetto, partendo dall’idea di realizzare un partenariato per lo sviluppo di un polo industriale basato su un sistema di risparmio energetico. Gli esperti del Dipartimento hanno condotto infatti una ricerca sulla realizzazione di un sistema di distribuzione di energia elettrica non per una sola impresa, per il terziario o per un abitazione civile, ma per un complesso di attività gravitanti su un unico polo di assorbimento. In sintesi, si è cercato prima di tutto di redigere un documento generale contenente le linee guida per individuare le soluzioni ottimali che le diverse tipologie di assorbimento energetico da parte di attività commerciali, produttive e terziarie e la loro possibilità di essere raggruppate in un unico polo di assorbimento. In seconda battuta, si è provveduto ad elaborare un’analisi tecnico-impiantistica per la progettazione di un impianto di distribuzione dell’energia elettrica per un complesso capace di ottimizzare l’uso dell’energia e predisposto alla realizzazione di sistemi di produzione di energia localizzati (fotovoltaico, cogenerazione, rigenerazione).
Tutte le iniziative descritte rientrano tra le attività del Consorzio BRIDG€conomies, di cui l’Unioncamere Molise è partner. Il Consorzio è uno dei 5 punti membri che in Italia gestisce l’Enterprise Europe Network, rete creata per accrescere l’innovazione e la competitività delle piccole e medie imprese europee.