• Articolo , 5 maggio 2009
  • In arrivo dalla Francia la tenda da sole fotovoltaica

  • In arrivo dalla Francia le nuove tende da sole con integrate celle fotovoltaiche leggerissime e flessibili, finalizzate al doppio scopo di proteggere dal sole e contemporaneamente assorbirne i raggi per produrre energia. Il lancio è previsto per il 2010.

È previsto per il 2010 il lancio delle nuove tende da sole Dickson la cui peculiarità è quella di produrre energia. La società ha infatti messo a punto, grazie alla collaborazione con i produttori di motori e automatismi Somfy, una particolare tenda da sole fotovoltaica. Il progetto ha richiesto già tre anni di ricerca e rappresenta un’esclusiva della Dickson. La tenda é un formidabile potenziale di soluzioni innovative per il miglioramento dell’ambiente in cui si vive essendo quest’ultima una semplice tenda il cui scopo primario è quello di riparare dai raggi del sole, ma che contemporaneamente produce energia alternativa sfruttando gli stessi raggi solari. L’idea di questa tenda, tra l’altro perfettamente integrabile nella struttura edilizia, è tutta francese ed è nata nel 2005 al Dipartimento di Ricerca e Sviluppo. Due anni più tardi, con la collaborazione della ENSAIT (École Nationale Supérieure des Art set Industries Textiles), sono stati realizzati i primi modellini in scala ridotta. Grazie al lavoro e all’impegno costante di dieci persone, fra i quali ingegneri e responsabili marketing, nel 2008 è stato possibile realizzare un prototipo in collaborazione di Somfy. Quanto agli aspetti connessi alla tecnologia fotovoltaica, al contrario dei tradizionali pannelli solari, le cellule fotovoltaiche integrate alla tenda sono di silicio amorfo, ultrasottili, meno di 1mm di spessore, e estremamente leggere, 900 g/mq. La superficie utile per la captazione dei raggi solari va dal 60% al 98%; è stato stimato che in condizioni di insolazione di 1000 W/mq, la produzione della tenda è di circa 40Wc/mq. L’energia prodotta viene quindi immessa sulla rete nazionale e venduta all’EDF alle tariffe incentivanti vigenti. Fra le molteplici innovazioni che caratterizzano questo prodotto, è da evidenziare anche un sistema di regolazione dell’apertura e della chiusura della tenda grazie ad un motore controllato da una centralina meteo che interviene in base alle condizioni meteorologiche. Qualora infatti si dovessero riscontrare condizioni di forte vento, che possono di fatto compromettere la stabilità e la meccanica dell’intera struttura, la centralina attiva l’avvolgimento della tenda garantito dall’estrema flessibilità delle celle fotovoltaiche. Tale sistema dunque garantisce anche una produzione ed un’efficienza ai massimi livelli, allungando in sostanza il tempo di vita utile delle celle. Aspetto negativo connesso a questa nuova tecnologia, è inevitabilmente il costo, infatti, sebbene l’energia necessaria per la fabbricazione del pannello fotovoltaico da integrare al telo richiede una quantità inferiore di energia rispetto a quella necessaria per la produzione di un pannello tradizionale, l’assemblaggio dell’intera struttura comporterà un costo circa doppio rispetto alle classiche tende da sole. In ogni caso, la stessa Dickson ha stimato un tempo di ritorno dell’investimento fra i 6 e 7 anni.