• Articolo , 28 dicembre 2010
  • In Asia la prima scuola fatta di bottiglie e foglie di mais

  • A giugno di quest’anno la MyShelter Foundation, con la collaborazione di Pepsi, ha dato il via al progetto Bottle School Project. Ecco i risultati

(Rinnovabili.it) – San Pablo, provincia di Laguna, Filippine. Qui decine di volontari si stanno alternando per costruire la prima scuola del continente asiatico realizzata a partire da bottiglie di plastica e foglie di mais. Il progetto, dall’esplicito nome di “Bottle School Project”:http://www.bottleschoolproject.org, era stato annunciato ufficialmente quest’estate dalla MyShelter Foudation in collaborazione con “Sarap Magbago” la campagna di volontariato lanciata dalla Pepsi, dando via alla fase di sensibilizzazione e raccolta dei rifiuti. L’obiettivo quello di rispondere a due carenze strutturali del paese: una buona gestione dei rifiuti e una diffusione ottimale sul territorio degli istituti di istruzione scolastica.
La struttura è composta principalmente da bottiglie d’acqua usate da 1,5-2 litri, che per loro natura assorbono bene i carichi di scossa, stabilizzate con paglia, foglie di mais e argilla essiccate e barre d’acciaio, rendendo il tutto relativamente più economico e tre volte più resistente delle costruzioni in cemento, spiegano i promotori dell’iniziativa. Illac Diaz, imprenditore sociale e direttore esecutivo di MyShelter Foundation, ha espresso il suo entusiasmo per il progetto.
“Attraverso Bottle School Project saremmo in grado di ottenere maggiori cambiamenti positivi nel nostro paese _una bottiglia alla volta._ Siamo lieti di lavorare con la Pepsi per fornire un modo sostenibile ed eco-friendly di risolvere la carenza di aule e il problema dei rifiuti nelle Filippine”, ha detto Diaz. Costruire strutture con elementi riciclabili è una pratica che inizia lentamente a diffondersi ad ogni latitudine in quanto in grado di unire la convenienza economica all’aspetto ambientale e rendere un progetto, semplice nella sua idea di base, una buona pratica replicabile altrove.