• Articolo , 1 aprile 2008
  • In campeggio ma senza inquinare

  • Il designer canadese Alexandre Verdier, ha trasformato il vecchio Westfalia, prodotto dalla Volksvagen, in un camper ecologico e ultratecnologico

Finalmente tutti gli appassionati del campeggio, sensibili ai temi ambientali, potranno realizzare il proprio sogno di vacanza ecologica ma comoda. È nato, dall’ingegno del filosofo e designer canadese Alexandre Verdier, il Verdier Solar Power. Un camper che riprende il disegno del famoso Westfalia, prodotto dalla Volksvagen, riprogettato in termini “ecosostenibili”. Il motore del camper è alimentato da normale benzina (o gasolio) combinata con energia elettrica, permettendo al mezzo di produrre soltanto 160 grammi di anidride carbonica per ogni chilometro percorso. Sul tettuccio del Verdier Solar Power trovano alloggiamento due pannelli solari sufficienti alla produzione di energia elettrica necessaria. Grazie alla presenza di un navigatore satellitare e un sistema GPS, i pannelli ricevono costantemente informazioni sulla posizione del sole. Questo consente ai moduli di orientarsi automaticamente verso il sole ottimizzando l’accumulo di energia. Il tutto condito da design e confort degni di una stanza d’albergo. “Il progetto è nato circa dieci anni fa, abbiamo creato il Verdier-light per unire le preoccupazioni contemporanee verso l’ambiente con la realtà”, commenta così Alexandre Verdier la sua creazione. Il camper ha infatti vinto numerosi premi tra cui il Premio Speciale della giuria al ‘Caravaning Design Innovation Award 2006/2007’ per la nuova mobilità. L’unica pecca di questo mezzo ultratecnologico è il prezzo. Tre sono le versioni prodotte: una base da 26.000 dollari, la versione intermedia ‘Air Caravan’ da 38.000 dollari e la versione deluxe, il “Solar Power Caravan”, che costa 69.000 dollari.
Per vedere le trasformazioni del camper è possibile collegarsi al sito “www.verdier.ca”:http://www.verdier.ca/