• Articolo , 15 maggio 2008
  • In commercio il fotovoltaico CIGS con un’efficienza del 12,2%

  • Tempi di stampaggio ridotti e percentuale di conversione aumentata: queste le innovazioni dei moduli che l’azienda texana HelioVolt presenterà sul mercato

Nonostante recentemente il Laboratorio nazionale per l’Energia Rinnovabile (NREL) del Dipartimento dell’Energia USA abbia annunciato d’aver raggiunto il record di conversione del 19,9%, attualmente il primato di efficienza per moduli CIGS commercializzati va alla statunitense HelioVolt. L’azienda texana ha annunciato di aver raggiunto il livello del 12,2%, ottenuto attraverso il procedimento FASST, un processo di stampaggio dei moduli che consente di avere il prodotto finito dopo soli 6 minuti. HelioVolt prevede di iniziare la vendita dei suoi prodotti entro la fine del 2008 o l’inizio del 2009, in maniera tale da testare se essi siano in grado di ripetere gli ottimi risultati raggiunti ma su scala commerciale. Il processo produttivo sembra essere la chiave di svolta: FASST permette, infatti, di abbattere il costo del fotovoltaico grazie alla sua velocità di esecuzione ed è in grado di stampare direttamente su più superfici (vetro, acciaio, metallo, alcuni tipi di polimeri). E proprio per integrare in modo definitivo i propri film sottili ai materiali di costruzione, HelioVolt ha annunciato una partnership con Architectural Glass & Aluminum Co. in modo da creare sistemi standardizzati per incorporare film fotovoltaico sottile in materiali da costruzione, migliorando l’estetica e semplificando l’installazione, riducendo così i costi operativi per l’energia solare nelle nuove costruzioni.