• Articolo , 1 marzo 2010
  • In GU slittamento rinnovabili e sicurezza nelle scuole

  • È entrata in vigore sabato la Legge 26 febbraio 2010 n. 25 inerente alla conversione legislativa del decreto Milleproroghe 2009

(Rinnovabili.it) – Obbligo delle rinnovabili e edilizia scolastica antisismica: queste due delle norme che sono finite nel decreto Milleproroghe 2009, convertito in legge al Senato la scorsa settimana e ora pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
Nel supplemento ordinario n. 39 è stato, infatti, editato il Testo del decreto legge 30 dicembre 2009, n. 194, coordinato con la legge di conversione 26 febbraio 2010, n. 25 e recante la “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative”. E come annunciato nei giorni scorsi nello slittamento è finito anche, “all’articolo 8”:http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=1&datagu=2010-02-27&task=dettaglio&numgu=48&redaz=10A02575&tmstp=1267437983310, l’introduzione nei regolamenti edilizi comunali, ai fini del rilascio del permesso di costruire, del vincolo all’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Il termine, fissato al primo gennaio 2009 passa così al primo gennaio 2011, momento a partire dal quale ogni nuova unità abitativa dovrebbe aver garantita una produzione energetica non inferiore a 1 kW, compatibilmente con la realizzabilità tecnica dell’intervento.
A nulla dunque è servito l’appello lanciato da associazioni di settore e ambientaliste che, riunite in un Comitato di Indirizzo, avevano fatto sentire la propria voce lo scorso febbraio. Prorogato al 30 giugno 2010, anziché il 30 gennaio, il termine entro il quale individuare gli interventi di massima celerità da realizzare per la messa in sicurezza e l’adeguamento antisismico delle scuole con la relativa ripartizione delle risorse.