• Articolo , 3 settembre 2008
  • In moto nel veronese prima pala eolica veneta

  • È in funzione sul monte Pecora a 870 metri di altezza nel Comune di Badia Calavena la prima pala eolica installata in Veneto. L’impianto una volta a regime, dopo circa 200 ore di collaudo, sarà in grado di produrre circa due milioni di Kwh all’anno, il 10% dei quali destinati al Comune di Badia. Alta […]

È in funzione sul monte Pecora a 870 metri di altezza nel Comune di Badia Calavena la prima pala eolica installata in Veneto. L’impianto una volta a regime, dopo circa 200 ore di collaudo, sarà in grado di produrre circa due milioni di Kwh all’anno, il 10% dei quali destinati al Comune di Badia. Alta 65 metri al mozzo, e 103 al raggio la struttura muove tre pale da 38 metri di ampiezza per un diametro di 76 metri ed è ben visibile da tutti i monti che circondano quest’angolo di Lessinia. Come ha indicato ai giornalisti il sindaco di Badia Calavena Ermanno Anselmi, l’impianto è stato reso possibile, dopo quasi sei anni di trattative, da un’associazione temporanea di imprese formata dalla Icq di Roma, dalla Scanduzzi di Treviso e da Enin Esco di San Martino Buonalbergo (Verona), che cederanno il 90% dell’energia all’Enel. La torre eolica, montata in giugno dalla Leitner di Vipiteno (Bolzano), secondo Anselmi è la prima di una batteria di altre tre o quattro impianti simili. La torre di Badia sarà inaugurata il prossimo 20 settembre.