• Articolo , 24 settembre 2010
  • In provincia di Bergamo la quarta isola CRESCO d’Italia

  • Calusco D’Adda, il comune in provincia di Bergamo, è la quarta isola a crescita compatibile d’Italia a far parte del progetto CRESCO, nato dalla collaborazione di imprese, comuni, cittadini e università per progettare uno sviluppo sociale ed economico realmente sostenibile

(Rinnovabili.it) – Sono letteralmente delle alleanze su base territoriale che vengono stipulate tra imprese, comuni, cittadini e università per _“passare da una sostenibilità predicata ad una sostenibilità praticata”._ Sono le isole CRESCO, comuni sostenibili che con l’aiuto del mondo della ricerca e dell’industria cercano di percorrere una strada nuova per rendere lo sviluppo di tutte le attività più in linea con la tutela della natura e dell’ambiente. In Italia le isole di Crescita Compatibile, da ieri, sono ufficialmente quattro, grazie all’ingresso dell’amministrazione di Calusco D’Adda, in provincia di Bergamo. La “new entry” che fa compagnia alle atre tre isole che già rientrano nel progetto CRESCO, promosso dalla fondazione Sodalitas, in collaborazione con il Politecnico di Milano, la Regione Lombardia e con la partecipazione di ANCI, Legambiente, Cittadinanzattiva, Ingegneria senza Frontiere – Milano e The Natural Step.
Il progetto pilota Crescita Compatibile aveva coinvolto in principio altri tre centri: innanzitutto il Comune di Abbiategrasso (Mi) dove, dal 2009, è attivo uno Sportello Infoenergia, per avere informazioni gratuite sul risparmio energetico, le fonti rinnovabili, la riduzione dell’inquinamento e le tecnologie ecocompatibili. Poi è stata la volta di Carugate, sempre in provincia di Milano, e dopo ancora è entrato il Comune di Morbegno, in provincia di Sondrio in cui è stata, tra le altre cose, ampliata la rete di teleriscaldamento per efficienza energetica della città e dei comuni limitrofi.

Il progetto di Calusco d’Adda verrà lanciato ufficialmente il prossimo 29 settembre presso l’Università Bocconi di Milano ma ha già riscosso un grande interesse in tutta la cittadinanza. Grande entusiasmo, per l’adesione, è stato espresso dal primo cittadino di Calusco D’Adda, Roberto Colleoni, che ha ricordato l’impegno dell’amministrazione comunale. “Nel nostro comune – ha detto – siamo stati in grado di differenziare fino all’80% dei rifiuti, abbiamo installato impianti fotovoltaici sul palazzo comunale e sulla biblioteca, dotato gli edifici comunali e le scuole primarie e secondarie di centrali a biomassa, sviluppato la mobilità sostenibile con percorsi ciclopedonali e ben 7 linee di piedi bus”.
La presentazione nell’ateneo milanese del progetto sarà anche l’occasione per far conoscere a tutti cosa prevede CRESCO, di cui è visibile anche un “video”:http://www.youtube.com/watch?v=eBxQH664mNA su you tube, ma sono tre gli aspetti fondamentali al centro della sostenibilità su cui CRESCO si focalizza: _Energia ed acqua; Recupero, riciclo e smaltimento_ e _Mobilità sostenibile._ Cittadini, studenti e istituzioni sono coinvolti in iniziative di formazione e sensibilizzazione sviluppate con il contributo scientifico del Politecnico di Milano per mettere in atto quotidianamente comportamenti sostenibili. Le imprese, invece, collaborano con le istituzioni locali per rendere il territorio più sostenibile, attraverso buone pratiche e le soluzioni aziendali già sviluppate per migliorare i processi produttivi.