• Articolo , 17 dicembre 2008
  • Inaugurato l’impianto fotovoltaico del San Benedetto

  • Con l’inaugurazione di questa mattina dell’impianto fotovoltaico dell’istituto agrario San Benedetto di Latina Scalo, dove è intervenuto l’assessore all’ambiente Roberto Migliori e alle politiche della scuola Giuseppe Schiboni, si è conclusa la prima parte del programma finalizzato alla “Produzione di fonti energetiche rinnovabili in edifici scolastici” di proprietà della stessa amministrazione provinciale. Un programma sostenuto […]

Con l’inaugurazione di questa mattina dell’impianto fotovoltaico dell’istituto agrario San Benedetto di Latina Scalo, dove è intervenuto l’assessore all’ambiente Roberto Migliori e alle politiche della scuola Giuseppe Schiboni, si è conclusa la prima parte del programma finalizzato alla “Produzione di fonti energetiche rinnovabili in edifici scolastici” di proprietà della stessa amministrazione provinciale.
Un programma sostenuto finanziariamente con oltre due milioni d’euro.
Quello che abbiamo sostenuto – afferma il Presidente Cusani – è un progetto che giunge in corrispondenza degli impegni assunti dai paesi europei con l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto e finalizzato a realizzare una riduzione delle immissioni climalteranti.
Ed è proprio in virtù delle nuove normative, che la Provincia di Latina ha intrapreso azioni volte a dare il proprio contributo attuando sul territorio politiche fondate sullo studio e la pianificazione di azioni diversificate, che favoriscono l’impiego di energie pulite alternative alle fonti tradizionali.
Con il settore Ecologia ed Ambiente, il Dipartimento di Meccanica e Aeronautica dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, Polo di Latina, – continua il Presidente Armando Cusani – abbiamo dato vita al progetto di produzione di fonti alternative e rinnovabili e inserito al suo interno gli istituti: Celletti di Formia, Darby di Cisterna, Meucci di Aprilia, Leon Battista Alberti di Minturno, San Benedetto di Latina, Rosselli di Aprilia, Teodosio Rossi di Priverno, il Fermi e il Tullio Cicerone di Formia, il Corradini di Sezze e l’Istituto Comprensivo di Castelforte.
Impianti fotovoltaici di potenza complessiva pari a kWp 174,68 che sono stati posizionati sulla copertura degli edifici, mentre i relativi macchinari sistemati in ambienti già presenti nelle scuole.
Gli interventi prodotti – termina il Presidente Cusani – permetteranno alle scuole di usufruire delle opportunità offerte dallo strumento del “Conto Energia”, attraverso il quale sarà possibile drenare ulteriori finanziamenti che il ministero pone a disposizione per il riassorbimento dell’energia prodotta con tecnologie innovative ed ecologiche”.