• Articolo , 28 luglio 2008
  • Incentivi a rinnovabili: Fiper ne discute col Ministero Sviluppo Economico

  • La riunione si svolgerà il 28 luglio alle ore 15:00 nella sala Commissioni di questa Direzione Generale, al settimo piano della sede del Ministero dello Sviluppo Economico

A seguito del rapporto presentato dal GSE, che evidenzia la forte contrazione della produzione idroelettrica (-11,3%) il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, ha lanciato il suo allarme. “Occorre invertire rapidamente questa preoccupante tendenza – ha affermato Scajola – ponendosi l’obiettivo di innalzare progressivamente sino al 25% la quota di produzione elettrica da fonti rinnovabili. Si tratta di un obiettivo ambizioso ma realistico”. Spiegando come “l’azione di governo a sostegno delle fonti rinnovabili si basa su due fondamentali cardini: semplificazione e innovazione” secondo il ministro “l’incertezza del quadro regolamentare, l’eccesso di burocrazia, la lentezza e la macchinosità delle procedure di autorizzazione e collegamento degli impianti della rete elettrica si traducono, in ultima analisi, in maggiori costi e si riflettono, quindi, anche sugli incentivi. Dobbiamo – ha concluso – assolutamente ridurre questi extra costi, che pregiudicano nel tempo la sostenibilità economico-finanziaria del nostro sistema di incentivazione”. E per ridefinire il sistema di incentivazione relativo alla produzione di elettricità da fonti rinnovabili la Federazione Italiana di Produttori di Energia da fonti Rinnovabili (Fiper) è stata invitata al Tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico per oggi 28 luglio. Allo scopo di dare attuazione alle norme della legge finanziaria 2008, con particolare riferimento all’articolo 2, comma 150, della medesima legge, è stato predisposto un primo schema del principale dei decreti attuativi, finalizzato a consentire l’accesso agli incentivi. La legge finanziaria 2008 ha riformato il sistema di incentivi alla produzione di elettricità da fonti rinnovabili, prevedendo tuttavia, per la compiuta operatività delle norme, taluni decreti del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’ambiente e, per alcuni aspetti relativi alle biomasse, con il Ministro delle politiche agricole. Nell’occasione, sarà anche illustrato il possibile percorso tecnico per dare più compiuta attuazione alle norme della legge finanziaria 2008 in materia di incentivi alle fonti rinnovabili.