• Articolo , 1 ottobre 2007
  • Incentivi in finanziaria: tiriamo le somme

  • Oggi il Sole24Ore esce con una disamina degli incentivi che la finanziaria destina ai consumi più eco-compatibili. Dalle moto, ai frigoriferi, dalle auto ai computer, si ha un’ampia guida ragionata che noi qui sintetizziamo per punti essenziali

Siamo a oltre quota settemila. Tanti sono gli euro che gli italiani potrebbero risparmiare grazie agli incentivi sull’acquisto di beni durevoli (ad esempio elettrodomestici, televisori, computer e auto) previsti dalla Finanziaria 2007 e dai provvedimenti dei ministeri e dello Sviluppo economico e dell’Ambiente. Per spingere a cambiare i televisori analogici con quelli digitali ci sarranno sconti del 20% (fino a un massimo di 200 euro). Sconto anche per televisori digitali con decoder integrato e per i decoder digitali indipendenti sottoforma di detrazione Irpef nella dichiarazione dei redditi del 2008.
Per raggiungere invece livelli più elevati di risparmio energetico, sono previsti incentivi per chi rottama un elettrodomestico vecchio e ne acquista uno di classe pari o superiore ad A+ (vedi il frigorifero o il congelatore). Anche qui 20% di sconto (fino ad un massimo di 200 euro) acquistando il modello a minor consumo energetico.
Incentivi anche nel campo della mobilità sostenibile. Chi vuole comprare una bicicletta, un ciclomotore o una moto, rottamando un vecchio motorino Euro zero, (o immatricolato prima del 2001), trova sconti che vanno dai 700 euro per una bicicletta a pedalata assistita o un ciclomotore elettrico, ai mille per una moto elettrica. In questo casol a cifra dell’incentivo era già stata stanziata a giugno nella misura di 15 milioni di euro. A tutt’oggi ne è stata usata quasi la metà.
Per le auto viene proposto un bonus fisso, cui si aggiunge però l’esenzioni dal bollo. Rottamando un modello a “Euro zero” o “Euro 1”, e comprandone uno nuovo a “Euro 4” (emissioni di Co2 max 140 grammi/km), si può ottenere il bonus. Se si tratta di un’auto con cilindrata inferiore ai 1.300 cc, sono previsti anche tre anni di bollo gratis. Questo vale per le auto acquistate entro il 2007 e immatricolate entro marzo 2008. Un anno in più di sconti per l’acquisto di modelli a metano, Gpl o bi-fuel (benzina/metano o benzina/Gpl). Sono validi per le macchine comprate entro il 2009 e immatricolate entro marzo del 2010 e non è richiesta la demolizione della vecchia auto. In questo caso lo sconto pesa fino a 2.800 euro cui vanno sommati o due o tre anni di bollo gratis a seconda della cilindrata .
Ma la gran parte degli incentivi è ovviamente rappresentata dal settore edilizio sia per il risparmio energetico che per la riqualificazione delle abitazioni Tutto sommato in arco di anni più o meno breve si possono risparmiare da 17.000 a 90.000 euro a secondo dei casi. (fonte Sole24Ore.it)