• Articolo , 25 giugno 2009
  • Incentivi per l’energia da fonti rinnovabili

  • La Regione Basilicata ha pubblicato un bando di finanziamento col fine di incentivare gli “Investimenti per la produzione, l’utilizzazione e la vendita di energia da fonti rinnovabili”. Beneficiari dell’iniziativa sono gli imprenditori e/o i membri della famiglia agricola. I soggetti beneficiari al momento della presentazione della richiesta di contributo devono essere in possesso dei seguenti […]

La Regione Basilicata ha pubblicato un bando di finanziamento col fine di incentivare gli “Investimenti per la produzione, l’utilizzazione e la vendita di energia da fonti rinnovabili”.
Beneficiari dell’iniziativa sono gli imprenditori e/o i membri della famiglia agricola.
I soggetti beneficiari al momento della presentazione della richiesta di contributo devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

– Conduzione dell’azienda documentata da atto di proprietà e/o fitto e/o comodato d’uso regolarmente registrati alla data di presentazione della domanda;
– Costituzione e/o aggiornamento del “fascicolo aziendale”, di cui al DPR 503/99, presso i centri di assistenza agricola (CAA), convenzionati da ARBEA;
– Presentazione di uno studio di fattibilità che dimostri la possibilità di approvvigionamento locale della biomassa o della materia utilizzata.

Gli incentivi si applicano agli investimenti realizzati nelle Macro aree D1 (aree di agricoltura con modelli organizzativi avanzati) e D2 (Aree rurali con problemi complessi di sviluppo).

Nella Macro area B (Pianura del meta pontino) gli interventi saranno residuali e riservati esclusivamente alle aziende agricole che presentano svantaggi strutturali, che ne limitano la competitività per quanto riguarda l’agricoltura.

Sono ammesse al bando i seguenti interventi:

– Centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pelletts, con potenza non superiore a 1 MW;
– Microimpianti per la creazione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione) e di combustibili;
– Microimpianti per la produzione di energia eolica, solare, idrica (piccoli salti);
– eventuali piccole reti di distribuzione dell’energia prodotta interne all’azienda agricola.

Sono dichiarate ammissibili le seguenti voci di spesa:

– opere murarie strettamente funzionali, vani di servizio, reti di distribuzione, attrezzature e macchinari, purché nei limiti di quanto necessario per la corretta realizza zio dell’intervento;
– Acquisizione di hardware e software (solo se strettamente legati all’impiantistica).
– Spese immateriali e spese generali: in percentuale massima del 17,5% rispetto al totale dell’investimento, solo se strettamente funzionali alla realizzazione degli investimenti.

L’aiuto concesso, a fondo perduto, è pari al 50% delle spese dichiarate ammissibili.

Le domande di contributo devono essere compilate e presentate, entro il 10 settembre 2009, esclusivamente online, per il tramite di un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola (CAA) convenzionati con l’Organismo Pagatore.

Le domande in formato cartaceo devono, invece, essere presentate entro il 20 settembre 2009, al seguente indirizzo:

Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana
Autorità di Gestione del PSR Basilicata 2007/2013
Via Vincenzo Verrastro, 19
85100 Potenza