• Articolo , 7 dicembre 2009
  • Indagine: cala il timore legato al peggioramento del clima

  • La Nielsen Company, in collaborazione con la Oxford University, ha verificato che la preoccupazione per i danni che il climate change potrebbe causare è diminuita dal 2007 ad oggi

(Rinnovabili.it) – Al tavolo delle trattative di Copenaghen, a partire da oggi, verranno presentati alcuni studi sulla percezione della popolazione mondiale in merito alle problematiche legate al clima.
Tra i sondaggi verranno resi pubblici i dati dell’indagine commissionata dalla Nielsen che, in collaborazione con l’Oxford University Institute per il cambiamento climatico, ha raccolto i pareri di oltre 27.000 consumatori di ben 54 Paesi sparsi in tutto il mondo occupandosi di rilevare i timori degli utenti intervistati in merito ai risvolti futuri del cambiamento climatico.
Con riferimento al mese di ottobre 2009, la percentuale dei consumatori sensibili al tema è stata stimata del 37% sul totale degli intervistati, registrando una diminuzione del 4% dell’interesse rispetto ai dati raccolti nell’anno 2007.
Entrando maggiormente nel dettaglio, mentre negli Usa il numero delle persone che hanno dimostrato preoccupazione è di gran lunga scemato, dal 34% del 2007 al 25% di quest’anno, un apprensione maggiore è stata invece riscontrata in America latina e in Asia, rispettivamente con percentuali del 57% e del 42%.
“La recessione globale e le disgrazie economiche hanno temporaneamente fatto cadere le questioni legate al climate change nelle priorità in agenda, ma visto che la recessione economica sta cominciando a regredire, ci aspettiamo che il Vertice di Copenaghen possa spingere, ancora una volta, questa importante questione in prima linea” ha dichiarato Jonathan Banks, Business Insights Director Europe della Nielsen Company.