• Articolo , 30 maggio 2008
  • India: i maggiori costruttori d’auto uniti per sviluppare l’Hytano

  • L’obiettivo è di avere 100.000 veicoli funzionanti a idrogeno entro il 2010

Mentre dilaga la crisi dei combustibili fossili e i prezzi petroliferi schizzano in alto, i cinque big del settore automobilistico indiano – Bajaj Auto, Ashok Leyland, Tata Motors, Mahindra & Mahindra e Eicher Motors – hanno deciso interrompere le ostilità ed unirsi per mettere a punto veicoli funzionanti a idrogeno miscelato a gas naturale compresso denominato Hytano o HCNG. Il progetto pilota testerà il gas naturale compresso insieme a differenti miscele, dal 12 al 30%, di combustibile a idrogeno che saranno testate su diversi tipi di veicoli delle cinque case costruttrici. Bajaj Auto ha già sperimentato l’Hytano sui suoi veicoli a tre ruote, mentre Tata Motors lo testerà sui mezzi commerciali leggeri e pesanti e sugli autobus. Il governo indiano, partner di questa iniziativa, ha predisposto a questo scopo tramite il MNRE (Ministero delle Energie Rinnovabili indiano) 24 miliardi di rupie (circa 400 milioni di €) che saranno destinate alla produzione, stoccaggio e distribuzione dell’idrogeno nell’intero paese.