• Articolo , 2 luglio 2010
  • Industria: Tondo inaugura impianto fotovoltaico a Ronchi

  • ”Un segnale di fiducia nel futuro, in un momento difficile per l’economia”. Lo ha sottolineato il presidente della Regione Renzo Tondo, inaugurando oggi un nuovo impianto fotovoltaico d’avanguardia fatto realizzare dalla società MW.FEP per ottenere l’autosufficienza energetica del suo stabilimento di Ronchi dei Legionari (GO), all’interno di una strategia aziendale che punta sulla sostenibilità ambientale. […]

”Un segnale di fiducia nel futuro, in un momento difficile per l’economia”. Lo ha sottolineato il presidente della Regione Renzo Tondo, inaugurando oggi un nuovo impianto fotovoltaico d’avanguardia fatto realizzare dalla società MW.FEP per ottenere l’autosufficienza energetica del suo stabilimento di Ronchi dei Legionari (GO), all’interno di una strategia aziendale che punta sulla sostenibilità ambientale.
Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato, assieme a Tondo, l’assessore regionale all’Ambiente Elio De Anna, il sindaco di Ronchi dei Legionari Roberto Fontanot, il presidente della Provincia Enrico Gherghetta, il prefetto di Gorizia Maria Augusta Marrosu, l’amministratore delegato della finanziaria regionale Friulia Federico Marescotti, numerosi esponenti del mondo dell’impresa.
”Oggi ci sono – ha osservato Tondo – almeno tre elementi che ci danno fiducia. Siamo di fronte a un’azienda che investe, dimostrando così di credere nel futuro, e che investe soprattutto nell’innovazione e, nello stesso tempo, nell’ambiente”.
Il presidente ha ricordato il ruolo fondamentale di Friulia nella crescita dello stabilimento di Ronchi della MW.FEP, dimostrando così di essere ”un punto di riferimento e uno strumento di crescita per le imprese che intendono investire in Friuli Venezia Giulia”.
La finanziaria regionale ha infatti messo a disposizione della MW.FEP, in due interventi successivi nel 2006 e nel 2009, oltre 5 milioni di euro, tra partecipazione nel capitale al 30 per cento e finanziamenti, vincolando la sua presenza alla crescita dell’occupazione, oggi arrivata a Ronchi a 380 addetti.
Nella vicenda dello stabilimento della MV.FEP ci sono altri elementi da sottolineare, secondo Tondo, come l’atteggiamento responsabile delle organizzazioni sindacali e l’attenzione degli Enti locali e della Regione alle esigenze dell’impresa. ”La fiducia – ha detto – bisogna conquistarsela. E questa è la strada giusta”.
Gli ospiti della cerimonia sono stati accolti da Francesco Fantuzzi e da Giuseppe Simonazzi, rispettivamente vicepresidente e amministratore delegato della società, che opera nel settore delle apparecchiature elettriche, elettroniche ed elettromeccaniche, e che intende rafforzare la sua presenza in Italia.
Per la sua potenza di 1,5 megawatt e la sua capacità di produrre più di 1,5 milioni di chilowatt all’anno, ma anche per le sue caratteristiche, l’impianto di Ronchi – è stato sottolineato – può essere considerato uno dei più innovativi attualmente in funzione in Friuli Venezia Giulia. Esso permetterà di risparmiare mille tonnellate all’anno di anidride carbonica.
Per realizzare questo progetto, la MW.FEP ha coinvolto professionisti del settore ma anche l’Università di Udine e un centro di ricerca austriaco. Con il Dipartimento di Ingegneria elettrica, gestionale e meccanica dell’ateneo friulano, e assieme all’Austrian Institute of Technology (AIT), è stato infatti costituito un ”Inverter Test Lab”, un laboratorio di ricerca e sviluppo interamente dedicato alle energie rinnovabili.
La MW.FEP SpA è nata nel 2006 dall’aggregazione di due imprese (MW e FEP appunto) che potevano già vantare un’esperienza ventennale. Gli stabilimenti sono a Ronchi dei Legionari e a San Giovanni in Persiceto (BO). L’azienda fa parte del Gruppo MetaSystem, che opera nel campo dell’elettronica applicata ai settori dell’automotive, telematica e telecomunicazioni, energia, fotovoltaico e broadcasting.