• Articolo , 13 marzo 2007
  • Inghilterra – 60% di emissioni entro il 2050

  • ‘Climate bill’ il ministro dell’Ambiente britannico ha presentato il disegno di legge alla camera dei Comuni.

David Milliband, ministro dell’Ambiente britannico, ha presentato alla camera dei Comuni un disegno di legge chiamato ‘Climate bill’. Nel testo si propone una riduzione del 60% di emissioni clima alteranti entro il 2050. Ogni anno saranno controllati i risultati e, ogni cinque anni, verranno rinnovati i finanziamenti alle misure per combattere il cambiamento climatico. L’opposizione conservatrice aveva proposto obiettivi annuali di riduzione delle emissioni di gas serra. Di diversa opinione è stato invece il ministro dell’Ambiente che ha visto negativamente un programma di così breve respiro e che ha dichiarato infatti “Cambiare le politiche sulla base del tempo che cambia un anno o l’altro non è un modo giusto di procedere”. Il disegno di legge, ha detto Milliband “darà chiarezza e fiducia alle società e ai cittadini”. Circa le polemiche sulle emissioni dell’aviazione civile, che il partito dei Conservatori vorrebbe tassare, il ministro dell’Ambiente si è espresso fornendo i dati del problema. Le abitazioni inglesi producono il 25% delle emissioni mentre l’aviazione civile solo il 5%, e ha poi concluso “Quindi, se voleremo di più in futuro, dobbiamo ridurre da qualche altra parte”. (fonte Ansa)