• Articolo , 10 dicembre 2007
  • Inquinamento: in Olanda più guidi, più paghi

  • Nel 2011 diventerà effettivo il progetto del ministro dei Trasporti olandese di tassare le auto in base ai chilometri percorsi attraverso un sistema satellitare. Lo scopo è quello di combattere l’inquinamento provocato dalle emissioni di CO2

Non più tasse sul possesso dall’auto bensì sul suo uso. E’ questo il progetto presentato da Camiel Eurlings, ministro dei Trasporti olandese che entrerà in vigore a partire dal 2011. Sarà quindi l’Olanda il primo paese europeo a sperimentare la nuova imposta basata sulle distanze percorse e misurate dai sistemi satellitari. Il ministro ha precisato che a partire dai camion nel 2011, e l’anno successivo le automobili, tutti, indistintamente, pagheranno una piccola imposta di base per “l’uso della strada” e le auto più inquinanti saranno maggiormente tassate. Eurlings spera che tutta l’Olanda possa essere coperta dal sistema di tassa a chilometro percorso entro il 2016, un provvedimento il cui scopo è la lotta al traffico sempre più congestionato e la salvaguardia dell’ambiente dalle emissioni di gas inquinanti. Le prime reazioni di associazioni di automobilisti e del Consiglio comunale di Amsterdam sono state positive. (Fonte LaRepubblica)