• Articolo , 23 maggio 2011
  • Interventi a Palazzo Ducale per razionalizzare i consumi energetici

  • Palazzo Ducale, oltre ad essere simbolo di storia e arte, adesso lo è anche di basso consumo energetico. La sede dell’amministrazione provinciale è, infatti, al centro di un progetto pilota di riqualificazione degli edifici storici, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e che prevede interventi per il contenimento dei consumi, con l’obiettivo finale […]

Palazzo Ducale, oltre ad essere simbolo di storia e arte, adesso lo è anche di basso consumo energetico. La sede dell’amministrazione provinciale è, infatti, al centro di un progetto pilota di riqualificazione degli edifici storici, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e che prevede interventi per il contenimento dei consumi, con l’obiettivo finale di ottenere la certificazione energetica dell’edificio. L’ottimizzazione energetico-ambientale degli edifici storici – prevista dalla normativa europea – è importante sia dal punto di vista dell’evoluzione della sperimentazione tecnico-progettuale, sia per promuovere fattivamente un’azione incisiva e diffusa sul patrimonio immobiliare di particolare pregio. Da un’analisi complessiva di Palazzo Ducale – svolta dai Servizi Ambiente, Tecnico e dalla Polizia Provinciale – sono stati individuati gli interventi possibili per ottimizzare i consumi e per usufruire delle energie rinnovabili, nel rispetto del suo pregio storico, architettonico e culturale. Attraverso questi interventi sarà, quindi, possibile migliorare la qualità e il benessere ambientale, attraverso un uso più razionale dell’energia, con un’attenzione particolare alla salvaguardia dell’ambiente. Le ricadute sono ovviamente di tipo ambientale, ma anche economici, attraverso una significativa riduzione dei costi della gestione: un caso emblematico del buon esempio che deve provenire dagli enti pubblici. La prima fase – già in corso di realizzazione – consiste nell’installazione e completamento dell’impianto di telegestione, per controllare dove e a che gradi accendere il riscaldamento e l’installazione di pannelli isolanti e riflettenti, dove possibile, dietro ai corpi scaldanti.