• Articolo , 19 luglio 2010
  • Investimenti da record per le rinnovabili australiane

  • Il primo ministro Julia Gillard ha annunciato, durante il suo discorso alla nazione, un piano di investimenti da record per finanziare la produzione di energia pulita e l’adozione di sistemi ad alta efficienza energetica nel Paese

(Rinnovabili.it) – Julia Gillard, il neo eletto primo ministro australiano, ha le idee chiare: sviluppare il mercato delle rinnovabili del suo Paese in modo da renderle realmente competitive. Uno sforzo che, come ha annunciato la stessa Gillard nel corso del suo discorso alla nazione di ieri, si tradurrà in investimenti “da record” nel comparto dell’energia pulita e in particolare nel solare. “In futuro – ha sottolineato il primo ministro – intendiamo stanziare ingenti investimenti in questi comparti, con lo scopo di supportare la lotta ai cambiamenti climatici e preservare la nostra qualità di vita”.
Il governo ha già a disposizione un fondo di 652 milioni di dollari australiani, circa 440 milioni di euro, per sviluppare le rinnovabili in tutto il Paese e l’adozione di misure di efficienza energetica. Molto critico, dopo l’annuncio del piano di finanziamenti “verde” di Julia Gillard, è stato invece il leader dell’opposizione Tony Abbott, a cui il primo ministro australiano non ha risparmiato qualche battuta. “Invece di andare avanti per affrontare i cambiamenti climatici – ha detto la Gillard – Mr. Abbott è la negazione dei cambiamenti climatici”.
Nel 2007 l’Australia si è impegnata a garantire il raggiungimento dell’obiettivo del 20% di energia elettrica proveniente da fonti pulite entro il 2020. L’impegno è stato formalizzato con una legge nazionale nel giugno di quest’anno e la normativa entrerà in vigore nel gennaio 2011.