• Articolo , 28 aprile 2009
  • Iride-Enia, comune di Genova approva fusione

  • Con 25 voti a favore ((Italia dei Valori, Verdi e Pd), due astensioni (Prc e Pdci) e 13 voti contrari (10 del centrodestra e 3 della maggioranza), il consiglio comunale di Genova ha approvato, dopo una maratona notturma durata quasi 18 ore, la fusione Iride-Enia. La giunta ha accolto 39 ordini del giorno (su 354 […]

Con 25 voti a favore ((Italia dei Valori, Verdi e Pd), due astensioni (Prc e Pdci) e 13 voti contrari (10 del centrodestra e 3 della maggioranza), il consiglio comunale di Genova ha approvato, dopo una maratona notturma durata quasi 18 ore, la fusione Iride-Enia. La giunta ha accolto 39 ordini del giorno (su 354 totali presentati) e 7 emendamenti (su 125) molti dei quali presentati dall’opposizione. Si tratta, in particolare, di ordini del giorno sul contenimento delle tariffe energetiche, la tutela dell’occupazione e i livelli di sicurezza. Tra gli emendamenti accolti, uno dell’Idv riguarda l’appartenenza a soggetti pubblici di una parte rilevante, e comunque non inferiore al 51 per cento, del capitale sociale e uno del Pd che riguarda il rinvio a un successivo provvedimento di adeguamenti o modifiche del vigente statuto sociale di Fsu, la holding dei Comuni di Torino e Genova.