• Articolo , 5 novembre 2010
  • Irlanda, la rivoluzione energetica ha avuto inizio

  • Eolico off-shore, onde e maree sono attualmente in grado di produrre notevoli quantità di energia con un alto potenziale relativo alle possibili esportazioni. Le rinnovabili irlandesi al centro dell’ISLES, un’alleanza strategica con l’obiettivo di immettere in rete un quantitativo sempre maggiore di energia pulita

(Rinnovabili.it) – L’Irlanda è in grado di produrre energia dieci volte superiore alla domanda nazionale senza impattare sull’ambiente. La confortante affermazione è contenuta in un’indagine condotta dal governo nell’ambito dell’attuazione e della valutazione di quanto si sta ottenendo grazie all’entrata in vigore e alla collaborazione tra l’_Offshore Renewable Energy Development Plan_ e lo _Strategic Environmental Assessment of Irish Waters_ per lo sfruttamento dell’eolico off-shore, oltre che dell’energia delle onde e delle maree.
Lanciati dal ministro dell’Energia Eamon Ryan i piani sono stati aperti alla pubblica consultazione in occasione della _Pathways to 2050 International Energy Conference_ attualmente in svolgimento a Dublino.
“Questo governo ha iniziato una rivoluzione energetica. Abbiamo raddoppiato la quantità di energia rinnovabile nel nostro sistema e vogliamo andare oltre,” ha commentato “Abbiamo un potenziale enorme per le energie rinnovabili a largo delle nostre coste. La nostra capacità di produrre questo tipo di energia verde ci dà un enorme potenziale nelle esportazioni”. Il tutto potrà essere più semplice grazie al lavoro che il governo irlandese sta svolgendo con Scozia e Irlanda del Nord sul progetto ISLES, un meccanismo per lo sviluppo di una rete di interconnessione per l’introduzione di una quota sempre maggiore di energia generata da fonte rinnovabile con l’obiettivo di arrivare a creare una rete che sia in grado di mettere in comunicazione anche i paesi del Mare del Nord creando un alleanza a nove firme. “Possiamo produrre più energia di quanta ce ne serve sfruttando il potenziale fuori costa. Si tratta di una grande opportunità per le esportazioni dell’Irlanda e lavoreremo per realizzarla” ha concluso Ryan.