• Articolo , 7 maggio 2008
  • Istat; Consumi Italia sotto media UE ma import alto

  • L’Italia e’ tra i Paesi europei che consumano meno energia elettrica e si colloca al di sotto della media europea insieme agli altri Paesi dell’area del Mediterraneo e a quelli dell’Est Europa, piu’ vicini alle riserve di gas naturale della Russia. A sottolinearlo e’ il volume ”100 statistiche per il Paese”, pubblicato dall’Istat. Pur in […]

L’Italia e’ tra i Paesi europei che consumano meno energia elettrica e si colloca al di sotto della media europea insieme agli altri Paesi dell’area del Mediterraneo e a quelli dell’Est Europa, piu’ vicini alle riserve di gas naturale della Russia. A sottolinearlo e’ il volume ”100 statistiche per il Paese”, pubblicato dall’Istat. Pur in un quadro di crescita sistematica dei consumi procapite di energia elettrica, sia per le famiglie che per le imprese, in quasi tutti i paesi europei, la performance italiana resta piu’ bassa. L’Italia, rileva l’Istat, consuma mediamente tra i 5 e i 6 mila kwh di energia elettrica per abitante, meno della media europea, mentre la produzione netta supera di poco i 50 Gwh per 10.000 abitanti. Il nostro Paese e’ pero’ ”fortemente dipendente” dall’estero e, nel 2006, importa 45.000 Gwh, il 13% della domanda nazionale.