• Articolo , 4 dicembre 2008
  • Italia: apre il primo supermercato ad alta sostenibilità

  • Nasce a Brescia il supermercato “green” attento all’ambiente e la sociale, che permetterà il recupero di un’area verde pregiata

I trend del marketing hanno portato il termine “ecologico” ad essere sempre più abusato e sfruttato, ma nel caso del nuovo supermercato aperto a Botticino, alle porte di Brescia mai definizione fu più adatta. Il punto vendita in questione, inaugurato oggi a insegna Simply Sma, è davvero un esempio di sostenibilità a 360°, attento sia alle tematiche ambientali che sociali. Quattro i punti cardini del progetto: risparmio energetico, ricorso a fonti rinnovabili, riciclo di materiali e rifiuti e attenzione al sociale. E così, solo carrelli e cestini realizzati con plastica proveniente dai tappi delle bottiglie (4.500 tappi circa per un carrello e 1.200 tappi per i cestini), legno riciclato per i banchi, piastrelle rivestite da vetro ricavato da neon esausti e shopper biodegradabili. All’interno sono stati realizzati diversi interventi tecnici l’obiettivo di rendere massima l’efficienza energetica ed ottenere un risparmio di 220.000 kW/h; sono stati installati dei moduli fotovoltaici per sfruttare l’energia solare e vasche per la raccolta dell’acqua piovana riutilizzata per l’innaffiatura. E ancora: prodotti sfusi, equosolidali e locali, i cosiddetti a ‘km zero’, perché provenienti dalla provincia e quindi a ridotto impatto ambientale. In collaborazione con la cooperativa sociale Cauto Onlus tutti i prodotti inadatti alla vendita a causa di difetti delle confezioni o prossimi alla scadenza, saranno trasferiti alle associazioni di volontariato. Il supermercato è il frutto della partnership con Legambiente e solo il primo di una serie di punti vendita che nei prossimi anni Sma aprirà in tutt’Italia mentre di volta in volta, l’Associazione ambientalista individuerà un’area da valorizzare e riqualificare. Per questo primo progetto vedrà i volontari di Legambiente provvedere al ripristino di un percorso di 5 km che dalla frazione di San Gallo porta fino alla cima del Monte Maddalena.