• Articolo , 24 marzo 2010
  • Italia-Croazia: insieme per lo sviluppo economico ed energetico

  • In visita ieri nel Piceno una delegazione croata per possibili cooperazioni nel settore agro-alimentare.

(Rinnovabili.it) – L’incontro promosso da ASTERIA, Istituto per lo Sviluppo tecnologico e la Ricerca Applicata, e da Fideas di Offida, è stato organizzato con l’obiettivo di valutare, in un clima generale di crisi economica, possibili collaborazioni fra il mercato italiano e quello dell’Europa centro orientale e dei Balcani. Una delegazione croata composta da Cvijetko Zorovi, Direttore per la promozione degli investimenti di Zagabria, e Vjeran Nikoli, Responsabile del settore agroaliomentare della stessa città è giunta appositamente in visita affrontando le reciproche opportunità di fruizione: la Croazia troverà in ASTERIA un valido interlocutore per ciò che concerne la ricerca e scambi tecnologici nel campo agroalimentare ed ittico, con un occhio di riguardo volto a sistemi di produzione ecosostenibili, che operano nel rispetto dell’ambiente grazie soprattutto all’utilizzo di energia da fonti rinnovabili. L’istituto di ricerca, che si occupa anche di energia rinnovabile, rappresenta infatti un esempio da copiare. Oltre ad avere nei suoi laboratori un’area di ricerca rivolta esclusivamente all’ambiente e allo sviluppo tecnologico da fonti energetiche alternative, sul tetto e l’impianto di cogenerazione ad oli vegetali, sono infatti installati 2500 mq di pannelli fotovoltaici che producono energia a sufficienza per l’approvvigionamento di energia all’impianto, oltre che all’immissione della stessa in rete. Si prospettano, quindi, ottimi risultati dalla collaborazione tra Italia e Croazia, sia a livello economico per entrambi i paesi anche a favore del made in Italy, e per un incremento ed un’evoluzione delle energie rinnovabili.