• Articolo , 8 aprile 2010
  • Italia-Francia: protocollo sulla sicurezza nucleare

  • Nuove intese in campo ambientale prenderanno concretezza a partire del vertice italo francese che si terrà a Parigi, venerdì 9 aprile

(Rinnovabili.it) – Continua l’operazione italo-francese in ambito energetico-ambientale, stavolta con due protocolli che saranno siglati durante il vertice parigino di domani dalla penna del ministro Stefania Prestigiacomo e dal collega francese Jean Louis Borloo. Sicurezza nucleare e tutela della natura le due questioni cardine al centro degli accordi. Nel primo caso i due Paesi si impegneranno ad istituire un regolare sistema di scambio di informazioni ed esperti in materia, facilitando la collaborazione tra le due agenzie nazionali competenti, l’Ispra e l’Asn. A quest’ultime andrà il compito, previo apposito accordo di cooperazione, di operare sinergicamente sui dati relativi ai siti, alla costruzione, la messa in opera e la dismissione di impianti nucleari, il ciclo del combustibile, la gestione dei rifiuti radioattivi, la protezione radiologica nei settori industriale, della ricerca e della salute.
“Con il secondo protocollo – spiega una nota stampa diffusa oggi dal Ministero dell’Ambiente – il governo italiano e quello francese avviano l’iter per l’istituzione del parco marino transfrontaliero delle Bocche di Bonifacio. I due paesi s’impegnano a sostenere la costituzione, tra il Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena e la riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, di un Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale e di presentare la candidatura all’UNESCO per l’inserimento del parco transfrontaliero di nuova istituzione nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.