• Articolo , 30 settembre 2008
  • Italia: sempre più comuni scelgono le rinnovabili

  • Crescono le scelte in termini di solare termico e fotovoltaico per i capoluoghi delle provincie italiane

Ritmi da capogiro il solare termico e del fotovoltaico in Italia, scelta favorita dalla maggior parte dei comuni capoluogo di provincia. Lo dicono i dati Istat relativi agli indicatori ambientali urbani analizzando la situazione nazionale relativa all’anno 2007. Per i pannelli solari termici i metri quadrati installati ogni mille abitanti sugli edifici comunali sono passati dai 0,16 del 2006 ai 0,24 del 2007, così come è cresciuto sensibilmente il numero dei comuni che ha dichiarato di installarli, arrivando a quota 31 nel 2007 contro quelli dell’anno 2000 che erano appena sei. Situazione non dissimile per il fotovoltaico dove si evidenzia come nel 2000 fosse solo il comune di Palermo a dichiararne il ricorso mentre nel 2007 sono stati 45 i comuni che hanno adottato questo tipo di tecnologia. Nel dettaglio delle province italiane in tema di pannelli termici si osserva Ragusa al primo posto con 2,8 metri quadrati, seguita da Udine con 2,5, La Spezia, Asti e Bolzano con 2,2, Verona e Siena con 1,9, Cagliari con 1,4, Grosseto con 1,2, Brescia con 1,1, Vercelli con 1, Reggio Emilia con 0,9, Perugia con 0,8, Como e Terni con 0,6, Sondrio, Venezia e Pavia con 0,5, Genova e Parma con 0,4, Roma e Trento con 0,3, Piacenza, Sassari, Palermo e Ferrara con 0,2, Livorno, Ravenna, Padova, Bologna e Milano con 0,1. I comuni fotovoltaici sono invece: Prato con 3,2kw ogni mille abitanti, Frosinone con 2,5, Parma con 2, Foggia e Ragusa con 1,9, Como con 1,1, Viterbo con 1, Pavia e Forlì con 0,9, Sondrio con 0,8, La Spezia con 0,6, Pistoia, Reggio Calabria e Pescara con 0,5, Vercelli e Torino con 0,4, Avellino, Vicenza, Biella, Massa, Venezia e Siracusa con 0,3, Napoli, Livorno, L’Aquila, Grosseto, Genova, Sassari e Brescia 0,2, Bologna, Trento, Bolzano, Treviso, Reggio Emilia, Palermo, Asti, Verona, Piacenza, Gorizia, Ravenna, Ferrara e Perugia con 0,1.