• Articolo , 18 marzo 2010
  • Jaua: le rinnovabili ci aiuteranno a contrastare la crisi

  • La prima fase di contrasto della crisi energetica sta per giungere al termine. Il paese progetta e sviluppa l’incremento delle rinnovabili studiando lo sfruttamento della biomassa della canna da zucchero

(Rinnovabili.it) – Il vice Presidente venezuelano Elias Jaua ha voluto mettere al corrente la popolazione sui progressi dei progetti alternativi che il Paese sta adottato per scongiurare la crisi energetica derivante dal prolungato periodo di siccità.
In regimi di normalità, l’idroelettrico fornisce al Venezuela circa il 70% dell’energia del paese ma attualmente si stanno cercando ed attivando nuove soluzioni energetiche. Entro il 15 maggio prossimo dovrebbe giungere a termine la prima fase del programma per l’istallazione di nuovi impianti energetici ‘green’ nelle maggiori città, tra cui sistemi di compensazione dei livelli d’acqua.
In occasione della dichiarazione il vice Presidente ha voluto annunciare il tentativo da parte del governo di trovare il modo per generare energia sfruttando la biomassa che deriva dalle numerose fabbriche di zucchero, andando così a soddisfare i bisogni energetici della popolazione eliminando i rifiuti della lavorazione della canna da zucchero a tutto vantaggio dell’ambiente.
Per garantire al Venezuela l’elettrica di cui ha bisogno il governo ha approvato anche numerosi progetti per l’incremento dell’eolico e del fotovoltaico che sono in fase di progettazione.