• Articolo , 18 febbraio 2009
  • Jesi: sensibilizzazione sull’utilizzo di altre energie

  • La sensibilizzazione sull’utilizzo di fonti energetiche alternative resta un obiettivo centrale dell’Amministrazione comunale che – con gli ulteriori 100 mila euro messi a disposizione per contributi ad aziende e famiglie – ha inteso sensibilizzare la comunità sui vantaggi economici ed ambientali che possono derivare dall’utilizzo di pannelli solari ed impianti fotovoltaici. E la risposta non […]

La sensibilizzazione sull’utilizzo di fonti energetiche alternative resta un obiettivo centrale dell’Amministrazione comunale che – con gli ulteriori 100 mila euro messi a disposizione per contributi ad aziende e famiglie – ha inteso sensibilizzare la comunità sui vantaggi economici ed ambientali che possono derivare dall’utilizzo di pannelli solari ed impianti fotovoltaici.
E la risposta non si è fatta attendere. Al 31 dicembre scorso sono pervenute altre 35 domande, presentate da imprese (10) e privati cittadini (25) che hanno presentato i loro progetti per accedere ai contributi in conto interessi. Il Comune, come noto, concede il suo contributo coprendo parte della quota interessi su mutui fino a 25 mila euro per i privati cittadini e fino a 50 mila euro per le imprese.
L’assessorato allo sviluppo sostenibile procederà a breve a stilare la graduatoria, ma grazie alla significativa riduzione dei tassi di interesse sui mutui, c’è la sensazione che tutte le domande stavolta potranno essere ammesse al finanziamento. Tra esse gran parte riguarda l’installazione di pannelli solari (per la produzione di acqua calda), mentre la restante impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
L’assessore Daniele Olivi esprime soddisfazione per i risultati di questo secondo bando che, oltre a confermare la bontà della strategia comunale, genererà commesse per il sistema produttivo locale – le domande sono infatti relative a lavori ancora da compiere – per circa 1,23 milioni di euro in un momento congiunturale di sofferenza economica anche per le aziende jesine.
Tra tutte le domande presentate nel precedente bando “Jesi Città Solare” – in occasione del quale l’Amministrazione comunale aveva stanziato 250 mila euro – in 32 hanno completato l’intervento ed ottenuto il contributo previsto.

Le risorse sono state attinte dalla convenzione con il Consorzio “Jesi Energia” che l’Amministrazione comunale ha inteso utilizzare per finanziare opere che possano concorrere all’abbattimento dell’inquinamento. In tale ottica la prima tranche di finanziamenti era stata utilizzata – insieme ad un finanziamento ministeriale – per dotare di pannelli solari quattro impianti sportivi (palasport, le due piscine e stadio “Cardinaletti”) e di impianti fotovoltaici quattro scuole.
L’iniziativa si inserisce a pieno titolo all’interno del Piano energetico ambientale comunale che mira al raggiungimento di tre obiettivi fondamentali:il risparmio energetico, l’impiego di energie rinnovabili e l’ecoefficienza energetica. Il Piano prende in considerazione l’analisi della domanda di energia (derivante dalle attività produttive, dai bisogni dell’ente locale per l’illuminazione pubblica, ecc.) e l’offerta attualmente disponibile, provando ad evidenziare le criticità del sistema energetico in ambito comunale e soprattutto ad individuare linee guida generali per il Comune, con un programma operativo di interventi in linea con il “Piano del Clima comunale” frutto del progetto “bussola del clima”, recentemente finanziato all’assessorato allo sviluppo sostenibile dalla Comunità Europea.
Il tutto nello spirito delle linee guida della Regione che chiede che vengano prese in considerazione le molteplici e complesse implicazioni che le scelte in campo energetico hanno in ambito economico, sociale, occupazionale e soprattutto ambientale, e venga individuato un percorso
procedurale, articolato per fasi, al fine di garantire una corretta ed esaustiva pianificazione, in grado di individuare non solo gli interventi immediatamente operative ma anche le scelte strategiche di
lungo periodo. “La documentazione prodotta dal Piano energetico ambientale comunale – ha affermato l’assessore Olivi – sarà ora arricchita dalle indicazioni che giungeranno dalla Regione per una migliore uniformità dei vari Piani energetici ambientali comunali della Regione Marche e soprattutto dalle novità che in ambito energetico stanno interessando da vicino il nostro territorio” .