• Articolo , 24 marzo 2011
  • JinkoSolar annuncia un accordo di fornitura di moduli solari da 6 MW con Lumos Solar

  • JinkoSolar Holding, produttore in rapida cresita di prodotti solari verticalmente integrati a basso costo con sede in Cina, ha annunciato oggi di aver siglato un accordo di fornitura di un anno con Lumos Solar, uno dei principali sviluppatori di progetti solari, e società di distribuzione negli Stati Uniti Secondo i termini dell’accordo, JinkoSolar produrrà 6 […]

JinkoSolar Holding, produttore in rapida cresita di prodotti solari verticalmente integrati a basso costo con sede in Cina, ha annunciato oggi di aver siglato un accordo di fornitura di un anno con Lumos Solar, uno dei principali sviluppatori di progetti solari, e società di distribuzione negli Stati Uniti

Secondo i termini dell’accordo, JinkoSolar produrrà 6 megawatt (MW) di moduli LSX e moduli tradizionali Lumos etichettati “Lumos powered by Jinko”, che dovranno essre consegnati entro il secondo trimestre del 2011.

“L’intero processo produttivo di JinkoSolar, dalla produzione di lingotti di silicio e la costruzione di moduli solari, avviene sotto i più elevati standard di qualità a costi minimi e senza produzione di rifiuti nocivi”, ha spiegato Scott Franklin, CEO di Lumos. “Dato che Lumos Solar ha un approccio progettuale per la fornitura di prodotti di altissima qualità a prezzi competitivi, distiniti da una migliore estetica e velocità di installazione, siamo quindi entusiasti di poter lavorare con un produttore di livello mondiale come JinkoSolar”.

“L’accordo tra Lumos e JinkoSolar ci dà la possibilità di lanciare questa nuovo tecnologia di installazione, cambiando così il mercato”, ha spiegato il signor Franklin. “Un minor costo dei moduli LSX ci avvicina alla rete e all’adozione mainstream di energia solare.”

Arturo Herrero, chief marketing officer di JinkoSolar, ha inoltre commentato: “Siamo entusiasti di lavorare con Lumos, la cui forte presenza commerciale e residenziale in Colorado ci fornisce un’ottima opportunità di espansione degli affari negli Stati Uniti, dove vediamo un potenziale di espansione enorme. Per data, circa il 7% del nostro portafoglio di ordini, previsti per il 2011, saranno spediti negli Stati Uniti, e ci aspettiamo che il volume di spedizione possa aumentare nel corso dell’anno. ”