• Articolo , 26 gennaio 2009
  • Klimahouse 09: un successo annunciato

  • Cala il sipario, a Bolzano, sulla quarta edizione della fiera dedicata all’efficienza energetica e alla sostenibilità in edilizia

Un gran numero di novità per una fiera che già negli anni passati aveva saputo stupire con il suo taglio sempre innovativo. Si sono accavallati, senza però far perdere il filo, numerosi appuntamenti collegati tutti al tema dell’efficienza energetica e della sostenibilità in edilizia. Su una superficie di 25.000 metri quadri, oltre 350 aziende hanno presentato i loro prodotti ad una folta schiera di visitatori, i materiali e le nuove soluzioni tecnologiche sono state spiegate ai tecnici come ai semplici curiosi. Grande successo ha avuto il congresso internazionale “Costruire il futuro” come anche le visite guidate a edifici certificati Casaclima. La città di Bolzano anche se coperta da una coltre di neve ha accolto i visitatori con un trasporto molto efficiente, oltre ai mezzi pubblici sono stati aperti per gli automobilisti in aggiunta ai parcheggi della fiera, il parcheggio Frischin in via Einstein ed uno provvisorio a sud della stessa via. E’ stato anche organizzato un ampio posto auto gratuito nelle immediate vicinanze del casello autostradale della A22 di Bolzano sud collegato alla fiera grazie ad un bus navetta.

Presentata dall’Apa l’Associazione Provinciale dell’Artigianato la ‘CasaClima Futura’, un edificio in scala uno a uno, alto due piani e con 400 metri quadri di superficie che ha definito il concetto di casa dei CCS (CasaClima Suedtirol), un consorzio di artigiani con un know-how all’avanguardia. Le innovazioni andavano dall’involucro edilizio a tutte le parti impiantistiche (dalla domotica all‘illuminazione) fino agli impianti per lo sfruttamento di quasi tutte le fonti energetiche rinnovabili come impianti termici solari, fotovoltaici e geotermici. Le visite guidate a questo edificio sono state offerte dai partecipanti al master “CasaClima“ dell‘Università di Bolzano. Tutto l’Alto Adige ha fatti propri i concetti di edilizia sostenibile tutela dell’ambiente, infatti, sia dal punto di vista normativo che da quello, a volte più importante della sensibilizzazione sociale questa regione è assolutamente all’avanguardia in Italia come in Europa. La fiera è stato un modo per trovare, approfondire e spesso anche vedere il materiale o la tecnologia cercati. Nei giorni 22 e 23 l’organizzazione EOS (Export Alto Adige) che fa parte della locale Camera di Commercio ha tenuto una borsa di contatti dal titolo “Get Connected – Le imprese trovano partner” favorendo l’incontro tra Impresari, architetti e progettisti con le aziende altoatesine. Ultimo evento, non per importanza, quello organizzato dall’Anit Associazione Nazionale per l‘Isolamento Termico ed acustico, tenutosi il 22 e il 23 gennaio e focalizzato sugli aspetti peculiari di ciascuno dei due dispositivi regolamentati come nuova occasione per affrontare le scelte progettuali.

Diverse e interessanti le novità presentate dalle aziende, a partire da SOLIGNO, il nuovo sistema costruttivo in legno massiccio che oltre ad avere proprietà statiche ed eccellenti proprietà insonorizzanti e termo equilibranti, è completamente privo di collanti o parti in ferro come ad esempio i chiodi.
Brianza Plastica ha invece presentato Isotec Parete un’innovazione che trova la sua applicazione nella creazione di un cappotto strutturale creato a secco molto utile alla realizzazione di pareti ventilate. Il sistema Isotec con anima interna in poliuretano espanso rigido a cellule chiuse aveva già una larga diffusione come termoisolante sottotegola abbinabile al sistema fotovoltaico Elettrotegola.
La Maxfor con la linea TR System propone invece il suo termointonaco minerale naturale ergo termico fibrorinforzato idrorepellente DACOTERM EVOLUTION. L’intonaco non solo ha caratteristiche interessanti di inalterabilità nel tempo e non viene intaccato da insetti o muffe ma può essere utilizzato in bassi spessori 2 cm sia in esterni che in interni assicurando alto potere coibente e traspirante. Faliselli è la prima azienda è la prima azienda produttrice di serramenti ad aver introdotto serramenti con spessore da 92 mm con i suoi Klima92 e Passiv92. Sono serramenti dalle elevatissime prestazioni con vetri basso-emissivi, telai super-spessorati, tripli vetri, doppia camera e triple guarnizioni. Klima92 è in legno lamellare ed è per edifici “CasaClima A +” mentre Passiv92 oltre al legno lamellare dispone anche di sughero vaporizzato ed è appropriato alle prestazioni di una Passivhaus (un edificio con un fabbisogno termico inferiore ai 10 kWh per metro quadro all’anno).
POSAFACILE è invece una lastra in polistirene espanso o EPS additivato a grafite per l’isolamento termico. Il pannello è stato studiato per garantire un più rapido e solido isolamento a cappotto e risulta idoneo per qualsiasi tipo di muratura anche in intercapedine o per i temibili ponti termici.
Novità anche in casa Saint-Gobain Isover. La prima è il CAPP8 un cappotto in lana di vetro Isover per l’isolamento dall’esterno di pareti la seconda é OPTIMA, adeguato invece per interni che fornisce un interessante isolamento termoacustico. In ultimo la membrana VARIO che elimina grazie alla tenuta d’aria e un’adeguata traspirabilità, la formazione di muffe e condense.
La KWB caldaie a biomassa ha presentato KWB Easy Flex e KWB Multi Flex con i loro sistemi autopulente il primo e con un proprio testato meccanismo di pulizia l’altro per rendere l´utilizzo di combustibili che producano molte scorie e cenere ancora più affidabile; ha inoltre dato vita alle nuove potenze da 130 kW, 150 kW, 240 kW e 300 kW per la serie KWB Powerfire. Altra novità è KWB AquaCompact un accumulatore stratificato mentre KWB Comfort Visio offre la possibilità di accendere il riscaldamento a distanza e con KWB Comfort SMS si può accendere la caldaia ed é anche possibile verificare l´attuale condizione di utilizzo.
Laterlite ha invece proposto tre nuove gamme di prodotti: Bioclima Zero una gamma di blocchi per un sistema costruttivo completo per murature adatte anche a zone sismiche; MaltaLeca una gamma di malte ecobiocompatibili, leggere e isolanti per aumentare le prestazioni termiche delle pareti e la gamma dei sottofondi a secco.
La Bauder non ha bisogno di presentazioni per gli addetti ai lavori, con un’esperienza di 150 anni nel campo di sistemi per tetti verdi e per l’impermeabilizzazione e l’isolamento termico delle coperture si è imposta come azienda leader nel settore. Quest’anno ha esposto i suoi nuovi sistemi completi ad alto rendimento termico con gli isolanti PIR dalle prestazioni termiche elevatissime. Le nuove soluzioni sono dedicate sia alle coperture studiate per l’impermeabilizzazione professionale che per gli inverdimenti estensivi. I sistemi sono per coperture piane e per tetti a falde entrambi con rendimenti termici elevatissimi in inverno e d’estate. La Bauder dispone di membrane traspiranti a 4 strati per una durata maggiore nelle situazioni più difficili. SÜDTIROL FENSTER ha presentato un brevetto dalle caratteristiche innovative e che certamente troveranno largo impiego in molti cantieri edili. Il sistema si chiama ISO-Bloc ed è concepito per semplificare il montaggio delle finestre mediante una spalletta finestra montata in fabbrica.
Il tutto si compone di un controtelaio già finito in fabbrica con assoluta precisione e dotato di tutti gli elementi isolanti, compreso se si vuole anche di cassonetto per avvolgibile. Si possono scegliere tutti i dettagli estetico funzionali dai tipi di davanzale interno ed esterno ai sistemi di oscuramento con relativa guida. Un sistema per ovviare i ponti termici ed avere una facilità e velocità di montaggio notevoli, e questi due fattori come si sa normalmente in cantiere non vanno nella stessa direzione. Eurotherm ha invece messo a punto il primo pavimento radiante sopraelevato a moduli componibili. Realizzato con la collaborazione di Planium srl, produttore di pavimentazioni modulari e sistemi avanzati per l’architettura ed il contract, il sistema Modulo radiante garantisce accessibilità agli impianti. E pensato per il riscaldamento e il raffrescamento a pavimento e la pavimentazione tecnica modulare accoglie il sistema radiante inserito nei moduli. Per il basso spessore del pacchetto riscaldante risulta veloce la messa in regime del sistema con ovvi vantaggi per la della flessibilità di gestione. In più è posato a secco in tempi rapidi, personalizzabile in fase progettuale.

Nel campo fotovoltaico è da segnalare la proposta delle Industrie Cotto Possagno che hanno esposto la loro tegola fotovoltaica VL Standard e VL per Coppi. Le tegole sono facili da montare e dispongono di un sistema di ancoraggio che grazie ad un pannello di Neopor della Basf ottiene la coibentazione e l’isolamento acustico del tetto. Per ottenere un KWp bisogna coprire 17 metri quadri di tetto con un risultato estetico di tutto rispetto.
La Velux ci stupisce con un nuovo sistema FP (Finestra – Persiana) che grazie alla sua funzione dinamica permette di ottimizzare i carichi solari in base alle stagioni e alle ore del giorno. Il sistema è abbinato alla tecnologia io-home control che grazie ad una corretta apertura e chiusura della finestra consente dei risparmi energetici che possono raggiungere il 30%.
Il Klimahouse ha visto la nascita di un nuovo pannello della Stiferite S.r.l. composto da un sandwich in schiuma Polyiso espansa con rivestimento in Duotwin. Il pannello chiamato Stiferite GT non impiega CFC (clorofluorocarburi) o HCFC (idroclorofluorocarburi). La RDB ha ampliato la gamma dei suoi prodotti introducendo nel sistema Gasbeton altri blocchi dotati di differenti densità, nascono quindi i blocchi da 350 e 575 kilogrammi su metro cubo che garantiscono una più ampia scelta delle caratteristiche richieste.
Era presente in fiera La TIS innovation park con un’esposizione di 150 materiali per rivestimento di facciata, i materiali oltre ad essere notevolmente innovativi hanno l’invidiabile caratteristica di poter essere prodotti direttamente da artigiani della zona.
In definitiva, anche nell’edizione 2009 la mostra ha mantenuto le promesse e mostrato come il vasto mondo dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili sia in costante e continua espansione.