• Articolo , 29 ottobre 2010
  • L’Authority spiega come richiedere gli incentivi del Conto Energia 2011

  • Tra modalità e obblighi l’Aeeg definisce le modalità attuative del decreto 6 agosto 2010 e pubblica un documento di consultazione per sottoporre all’attenzione dei soggetti interessati i propri orientamenti

(Rinnovabili.it) – Con la pubblicazione sul proprio sito della “delibera Arg/elt 181/2010”:http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/10/181-10arg.pdf del 20 ottobre _l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg)_ ha dato definizione alle modalità attuative del decreto 6 agosto 2010, ossia la disposizione inerente il Conto Energia 2011-2013. E in attesa che il 1° gennaio 2011 il nuovo sistema tariffario entri in vigore, la delibera dell’Authority definisce requisiti e modalità per accedere agli incentivi e ad eventuali maggiorazioni o premi, a partire da quelle che contraddistinguono il richiedente che dovrà essere proprietario del bene immobile dove è installato l’impianto o “disporre dell’autorizzazione sottoscritta dal proprietario, o dai proprietari, di tale bene immobile, qualora sia diverso dal Soggetto Responsabile”. Il richiedente dovrà inoltre “aver conseguito tutte le autorizzazioni necessarie alla costruzione e all’esercizio dell’impianto, nel rispetto dei vincoli architettonici e paesaggistici, della normativa esistente in materia di sicurezza durante le attività di costruzione ed esercizio dell’impianto e dei relativi allacciamenti”.

Si legge ancora nel “testo dell’allegato A”:http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/10/181-10argalla.pdf alla delibera che una volta avuto accesso alle tariffe incentivanti il soggetto dovrà attenersi ad una serie di obblighi:
* non alterare le caratteristiche di targa delle apparecchiature di misura e non modificare i dati di misura registrati dalle medesime;
* consentire l’accesso all’impianto e alle relative infrastrutture, comprese quelle di misura dell’energia elettrica prodotta, al GSE e agli altri soggetti di cui il GSE può avvalersi per l’espletamento delle attività di verifica e controllo (prevedendo anche sopralluoghi a campione);
* comunicare al GSE il o i nuovi numeri di matricola a sostituzione di quelli precedenti, nel caso in cui uno o più pannelli e/o inverter che compongono l’impianto, a seguito di danni o avarie non riparabili siano stati sostituiti;
* comunicare al GSE ogni altra modifica relativa all’impianto fotovoltaico che potrebbe comportare modifiche nell’erogazione delle tariffe incentivanti o dell’eventuale maggiorazione o premio, ivi incluse manutenzioni straordinarie, dismissioni o furti.

Il provvedimento riporta anche che a partire dal 15 novembre 2010, i soggetti responsabili sono tenuti ad utilizzare il portale informativo predisposto dal GSE per registrarsi, inserire i dati del proprio impianto e trasmettere i documenti necessari e che per gli impianti fotovoltaici a concentrazione che entrano in esercizio, a seguito di interventi di nuova costruzione, rifacimento totale o parziale, dopo il 25 agosto 2010 ed entro il 31 dicembre si applicano le tariffe incentivanti del terzo Conto Energia.
L’Authority fa fine sapere d’aver pubblicato sul proprio sito un “documento per la consultazione”:http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/dc/10/034-10dco.pdf per sottoporre all’attenzione dei soggetti interessati i propri orientamenti in relazione all’attuazione del decreto 6 agosto 2010. I soggetti interessati sono invitati a far pervenire alla Direzione Mercati dell’Autorità, per iscritto, le loro osservazioni e le loro proposte entro il 19 novembre 2010.