• Articolo , 24 aprile 2007
  • L’Algeria investe nelle energie pulite

  • Nel quadro del programma di conversione del debito in investimenti pubblici, siglato tra la Spagna e l’Algeria nel 2006, si inserisce il programma che punta a favorire l’esportazione di imprese iberiche nel paese maghrebino.

All’interno del piano di investimenti pubblici, la società Alsolar, unico operatore privato algerino attivo nel settore delle energie rinnovabili, e l’impresa spagnola Isofoton, leader europeo nella fabbricazione di pannelli solari e cellule fotovoltaiche, hanno creato in Algeria una nuova società mista per incentivare lo sviluppo di energie pulite, dotata di impianti fotovoltaici, con una capacità di produzione da 2 mega watts, che alimenteranno migliaia di abitazioni rurali della zona. Il governo spagnolo ha ridotto di 20,5 milioni di euro e di 11,3 milioni di dollari il debito algerino verso la Spagna, poiché il paese ha di recente avviato diversi progetti per la promozione di energie pulite. Si inseriscono in questo quadro la costruzione di una centrale eolica nella regione di Tindouf (1500 km a sud-ovest di Algeri) con una capacità di produzione di 10 megawatts e di una centrale mista a ciclo combinato sole-gas a Hassi R’Mel (700 km a sud-est della capitale) con una capacità di produzione di 150 megawatts. Inoltre, va ricordato che il primo centro di produzione di elettricità dall’energia solare è in funzione già dal 1998 a Tamanrasset, 2000 km a sud di Algeri. (fonte Sviluppo Lazio)