• Articolo , 14 luglio 2008
  • L’Argentina entra nell’industria del’eolico

  • In fase di sviluppo una mega turbina da 1,5 MW alta 80 metri da introdurre nel mercato eolico mondiale

La storia dell’industria eolica argentina è sul punto di scrivere la sua prima pagina: due provincie della Patagonia Río Negro e Neuquén, insieme col Ministero della scienza e tecnologia e due municipalizzate con royalties petrolifere si sono unite per sviluppare Eolis-15, una turbina eolica da 1,5 MW e alta quasi 80 metri. Disegnata dalla società Invap e finanziata da Rio Negro con un milione di dollari, è stata progettata apposta per sfruttare i venti ad alta velocità. L’ambizioso progetto riceverà fondi successivi anche da Neuquén e dalla municipalità locale per i test di prova sui prototipi, fino al raggiungimento dell’omologazione internazionale. Questa fase richiederà un investimento di circa 15 milioni di dollari da distribuire nei 2-3 anni futuri. Ottenuta l’omologazione, le intenzioni sono quelle di produrla su larga scala e destinarla al mercato estero, anche se alcune aziende stanno già pensando di installare queste turbine in zone come Chubut, Santa Cruz e la Tierra del Fuego.