• Articolo , 12 novembre 2010
  • L’eccellenza della ricerca UE lancia tre nuovi programmi sull’energia

  • Nuovi Joint Programmes dall’EERA per rispondere alla necessità di un miglior coordinamento tra gli Stati membri, massimizzando le sinergie e individuando le priorità per i futuri finanziamenti

(Rinnovabili.it) – Nuova chiamata a raccolta per i ricercatori della Comunità Europea in occasione del *SET-Plan Event*. Durante l’incontro, che avrà luogo il 15 e il 16 di novembre 2010 a Bruxelles, l’European Energy Research Alliance (EERA) lancerà ufficialmente i suoi tre nuovi programmi dedicati al settore R&S nell’ambito energetico. In linea con le mire comunitarie saranno il Carbon Capture and Storage, i nuovi materiali per il nucleare e la bioenergia i campi in cui i maggiori centri di ricerca si troveranno a collaborare, con l’obiettivo di accelerarne i percorsi e le soluzioni.
Si tratta della seconda tranche di Joint Programmes lanciati dall’EERA che segue idealmente quelli già attivati nel settore fotovoltaico, eolico, delle smart grid e geotermico la scorsa estate.
Lo slogan è ancora una volta rafforzare, espandere e ottimizzare le capacità di ricerca e per questo oltre 1000 scienziati da quasi 100 centri distribuiti sul territorio europeo daranno vita ad un attività sinergica con cui rispondere al meglio alle necessità di innovazione nel campo energetico nei prossimi decenni. I programmi seguono le indicazioni del SET-Plan, il piano strategico per le tecnologie energetiche proposto dalla Commissione europea per accelerare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie a basse emissioni di carbonio economiche.
Un investimento, da parte degli Istituti stessi, del valore pari a circa 100 milioni di euro sosterrà l’operazione.