• Articolo , 11 settembre 2007
  • L’energia solare purifica l’acqua

  • Ideata da due studiosi la “borraccia solare”, che è in grado di eliminare batteri e depurare l’acqua corrente

Alberto Medo e Francisco Gomez Paz, sono i nomi dei due inventori che hanno realizzato il prototipo della Solar bottle, che attraverso un processo chiamato Sodis (Solar Water Disinfection), riesce ad eliminare numerosi batteri che permettono la diffusione del colera, dell’epatite A e della dissenteria. Il recipiente ha una capacità di 4 litri e sono necessarie circa 6 ore affinché il processo di purificazione faccia effetto. In precedenza, la soluzione che veniva utilizzata per rendere potabile l’acqua dei paesi tropicali, era quella di usufruire della cannuccia filtrante (iStraw), che grazie alla presenza di carboni attivi eliminava le impurità e i batteri al 99,99%, con capacità di filtraggio fino a 500 litri al prezzo di 15 euro. Al momento del prototipo non si conoscono né il prezzo né quando sarà commercializzata, di certo saranno felici i numerosi viaggiatori che si avventurano per itinerari poco battuti. (fonte Ansa)