• Articolo , 19 ottobre 2009
  • L’Esercito Usa sceglie Acciona per 500 MW termodinamici

  • Nuovo sforzo innovativo da parte del Department of the Army per incorporare la gestione ambientale a tutti i livelli delle operazioni militari

(Rinnovabili.it) – La USACE, sezione dell’esercito statunitense specializzata in ingegneria e progettazione, ha selezionato Acciona Solar Power and il Clark Energy Group nell’ambito del nuovo progetto solare su larga scala presso la struttura militare di Fort Irwin nel deserto del Mojave, in California; la base costituisce il più grande centro di formazione dell’esercito e ospita al suo interno anche il Centro di Comunicazioni Goldstone Deep Space della NASA. Il memorandum d’intesa è stato firmato dal Dipartimento e dalla joint venture creata dalle due società e prevede la realizzazione di un impianto termodinamico della capacità di circa 500 MW. L’annuncio segue la gara di offerta aperta a marzo dalla Senior Energy Council del Dipartimento della Difesa, un organismo creato nel mese di ottobre 2008 per accelerare e vigilare su una strategia energetica sostenibile, volta a individuare fonti alternative da sviluppare, ottenere un maggiore risparmio energetico ed assicurare l’approvvigionamento energetico per impianti, personale, veicoli e altri beni dell’esercito Usa.
Gli impianti saranno installati in cinque siti – per un totale di 21 miglia quadrate – a seguito di un processo di selezione ovviamente curato dai tecnici militari. Il progetto si colloca nella nuova direttiva dell’amministrazione Obama che con un mandato federale ha richiesto all’esercito di ridurre i consumi energetici del 30% entro il 2015, rispetto ai valori del 2003, e coprire il 25% del suo fabbisogno energetico tramite le rinnovabili entro il 2025.