• Articolo , 26 marzo 2008
  • L’idroelettrico e i target europei al 2020

  • Un momento di incontro per discutere sull’evoluzione di questo settore

Gli obiettivi europei al 2020 per le rinnovabili rappresentano una sfida enorme per il nostro paese e al tempo stesso una grande opportunità che richiede scelte oculate. In attesa che siano fissati gli obiettivi nazionali per ciascuna fonte energetica, i produttori di energia da idroelettrico si interrogano su quale sarà l’evoluzione di questo settore. Per trovare una risposta comune APER promuove per il 15 aprile 2008 a Milano, un momento di confronto tra istituzioni, produttori, associazioni ambientaliste, tecnici del settore ed enti di ricerca. Con il convegno “L’idroelettrico e i target europei al 2020. Quali obiettivi sono alla nostra portata?” si cercherà di individuare strategie di pianificazione, metodologie di applicazione del DMV (deflusso minimo vitale) e politiche di semplificazione autorizzativa che consentano di creare un contesto favorevole allo sviluppo dell’idroelettrico, in linea con le politiche energetiche comunitarie. Nel corso dell’incontro sarà anche presentato SHERPA, il progetto europeo per la diffusione e lo sviluppo del mini-idro, al fine di aumentare la consapevolezza dei politici e dei decision makers su come la tecnologia mini-idro sia una risorsa chiave per l’energia rinnovabile, e creare le condizioni favorevoli per un’ulteriore diffusione all’interno dell’Unione Europea.