• Articolo , 29 aprile 2010
  • L’Italia all’Expo di Shangai nel segno della sostenibilità urbana

  • La Prestigiacomo sarà a Shangai per l’inaugurazione dell’Expo 2010. Con l’occasione aprirà ai visitatori il padiglione italiano cogliendo l’occasione per incontrare il suo omologo cinese insieme al delegato ai cambiamenti climatici

(Rinnovabili.it) – Il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, rappresenterà l’Italia alla cerimonia inaugurale dell’ “Expo 2010 di Shangai”:http://en.expo2010.cn/, che si terrà domani, 30 aprile. Il giorno successivo inaugurerà invece il padiglione italiano presente all’interno della manifestazione.
In occasione dell’Expo il Ministero dell’Ambiente italiano ha avuto la possibilità di organizzare ben due padiglioni eco-efficienti nell’ambito dell’Urban Best Practises Area (UBPA), l’area della fiera dedicata alle pratiche di gestione urbana sostenibile.
In occasione della visita a Pechino il Ministro incontrerà il delegato ai cambiamenti climatici Xie Zenhua e il ministro dell’Ambiente Zhou Shengxian, per discutere dello stato del negoziato internazionale sull’ambiente e fare il punto della situazione sulla cooperazione ambientale sino-italiane cogliendo l’occasione per inaugurare il Centro per le Energie Pulite nato dalla collaborazione tra la Cina e l’Europa: “L’Italia sarà protagonista all’Expo di Shangai – ha dichiarato il ministro Prestigiacomo – dedicata alla sostenibilità dell’ambiente urbano. Sarà una straordinaria vetrina per mettere in mostra il know-how e le tecnologie delle nostre imprese e le scelte gestionali delle nostre città, in un settore in cui il nostro Paese è all’avanguardia nel mondo. Una cartolina del meglio che l’Italia sa produrre ed esportare, anche in vista della prossima Expo, quella di Milano 2015, che vede il nostro governo impegnato giornalmente insieme alle autorità locali per produrre un evento di livello mondiale. Il nostro ministero ha contribuito in maniera importante all’organizzazione dell’Expo Shangai – ha sottolineato il ministro – con la realizzazione dei due padiglioni all’interno dell’UPBA, dove saranno ospitate, insieme alle tre città italiane scelte per rappresentare l’Italia all’Expo (Milano, Bologna, Venezia), Seoul, Brema, Montreal, Friburgo, Shenzhen, Guangzhou. E’ un riconoscimento della nostra presenza in Cina, autorevole grazie ai programmi di cooperazione ambientale che il nostro ministero, primo tra i paesi europei, porta avanti ormai da più di dieci anni con successo e soddisfazione reciproca. Una collaborazione che vogliamo intensificare – ha concluso il ministro – e che trova nell’Expo anche il momento per esporne i risultati”.