• Articolo , 8 gennaio 2009
  • L’ombra degli alberi da’ un taglio alla bolletta estiva

  • Una recente indagine condotta su 460 case unifamiliari a Sacramento ha dimostrato come che l’ombra di alberi sia in grado di ridurre i consumi elettrici e le relative emissioni di CO2

Le chiome frondose dagli alberi possono dare sensibilmente una mano al raffrescamento estivo riducendo bolletta e emissioni di anidride carbonica. Quella che sembra un’ovvia costatazione è stata in realtà al centro di uno studio californiano condotto l’anno scorso su 460 case monofamiliari nella città di Sacramento. “Tutti sanno che l’ombra degli alberi raffredda le case. Nessuno è in lizza per il premio Nobel grazie a questa conclusione – spiega il coautore dello studio, Geoffrey Donovan – ma questo studio fornisce i dettagli: dove bisogna piantare un albero per ottenere i maggiori benefici? E quanto riduce questa ombra il nostro consumo di carbonio?” La scelta della località per l’esperimento è verta su la cittadina californiana sia per le alte temperature raggiunte dal caldo estivo e sia a causa del largo uso di condizionatori. Lo studio rivela che se posizionati sul lato sud oppure ovest di una casa gli alberi possono tagliare le spese di corrente, legata ai condizionatori di 25 dollari l’anno, riducendo le emissioni di carbonio durante l’estate del 30% nel corso di un secolo. Le conclusioni sono di sostegno al programma del comune e della Sacramento Tree Foundation grazie alla quale i residenti possono ricevere gratuitamente fino a dieci alberi.