• Articolo , 25 gennaio 2010
  • La “pressione” delle rinnovabili nei barometri EurObserv’ER

  • Panoramica per l’anno 2008 dei dati e delle tendenze del settore delle energie alternative nella UE-27. La versione italiana dei barometri è scaricabile dal sito dell’Enea

(Rinnovabili.it) – Dal 1998, i barometri EurObserv’ER riportano i progressi compiuti dalle energie rinnovabili in ogni singolo settore tecnologico e in ogni Stato membro dell’Unione europea, sia a livello di potenza installata ed energia prodotta che per consistenza della produzione industriale dei relativi sistemi e componenti. La versione italiana è realizzata dall’Ufficio Studi ENEA che ne rende pubblici oggi le versioni in formato elettronico per solare termico, fotovoltaico ed eolico.
“Nel 2008, l’UE ha confermato il suo impegno a ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 20% entro il 2020, a ridurre il consumo energetico del 20% attraverso una migliore efficienza energetica ed a aumentare la quota delle fonti rinnovabili negli usi finali del 20%. Questi impegni saranno recepiti nella legislazione, come la nuova direttiva sulle energie rinnovabili che è stata concordata nel corso del 2008”, ha dichiarato nella prefazione William Gillett Direttore del Dipartimento per l’Energia Rinnovabile, Agenzia Esecutiva per la Competitività e l’Innovazione (EACI), Commissione Europea. “In risposta alla nuova direttiva, – continua Gillet – uno dei primi e più importanti passi nel 2009 sarà per gli Stati membri sviluppare i loro piani d’azione per l’energia rinnovabile. Questo creerà le giuste premesse per gli investitori, per le comunità locali e regionali e l’industria, indicando la via per la costruzione di nuove infrastrutture energetiche e per la creazione di nuovi posti di lavoro. Questa ultima pubblicazione EurObserv’ER, prodotta con il sostegno del programma Energia intelligente – Europa (EIE), fornisce un riferimento affidabile per esperti e funzionari degli Stati membri”.

*Il Barometro del solare termico:* con 19 982,7 MWth di capacità solare termica in funzione a fine 2008 e 4.626.400 di m2 di pannelli installati il mercato europeo di settore è cresciuto in maniera spettacolare nell’anno appena conclusosi. Ciò è dovuto principalmente al raddoppio del mercato tedesco, ma anche la forte crescita nei Paesi del sud Europa ha giocato un ruolo chiave. Mentre il 2009 appare incerto, le prospettive di crescita a medio e lungo termine sono ancora entusiasmanti.

*Il Barometro del fotovoltaico:* ben 9.533,3 MWp per la Ue a fine 2008, pari all’80% della capacità installata nel Mondo. A dominare il mercato mondiale di settore Spagna e Germania nel 2008, complici di quella che nel totale europeo è stata una crescita del 151,6% rispetto al 2007. Tuttavia, la crisi finanziaria globale e il previsto rallentamento del mercato spagnolo rendono per il 2009 più incerte le prospettive di crescita del mercato fotovoltaico UE.

*Il barometro dell’eolico:* Non si ferma a livello mondiale lo sviluppo dell’energia eolica che con il 2008 ha superato la simbolica soglia dei 100.000 MW di potenza installata. Sfidando la crisi e gli altri trend di mercato il settore è il primo nel panorama energetico ad aver registrato uno sviluppo così rapido, con una crescita spettacolare negli Stati Uniti (+59,4% pari a 8.358 MW) e in Cina (+90,7% pari a 6.300 MW). Nel 2008 leggera flessione del mercato europeo (-1,8% pari a 8.447,1 MW), che nonostante tutto fa suo il 54,6 % della potenza eolica complessiva installata nel mondo, equivalente a 65GW .