• Articolo , 14 luglio 2011
  • La Basilicata dice sì alla contabilità ambientale

  • A battesimo Contambiente, un nuovo impianto finanziario permetterà di valutare l’efficacia delle politiche territoriali sull’ambiente parallelamente alla tradizionale rendicontazione

(Rinnovabili.it) – La Basilicata ha deciso di dare un valore all’ambiente trasformandolo in una voce del bilancio amministrativo. Il Dipartimento Ambiente della Regione e le Province di Potenza e Matera hanno firmato un Protocollo d’Intesa che ha come obiettivo l’attivazione del progetto *”Contambiente”*, un sistema sperimentale di contabilità ambientale. L’accordo, di durata biennale e rinnovabile per altri due anni, dà così il via ad una serie di attività d’analisi e di predisposizione del sistema mediante un organismo di governance composto da un Comitato di Alta Sorveglianza e Indirizzo ed uno Tecnico-scientifico; i territori delle due province saranno esaminati in modo unitario e similare sotto il profilo sia della metodologia da applicare, sia della formazione del quadro di contesto degli output auspicabili. “La contabilità ambientale – ha spiegato il Presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza – è un sistema che identifica, quantifica, organizza, gestisce e comunica informazioni e dati ambientali attraverso indicatori fisici e monetari, affiancandosi e integrando la rendicontazione economica e finanziaria. È dunque un processo complessivo che porta alla realizzazione del bilancio ambientale e che rappresenta uno strumento essenziale per chi come il sistema delle Province ha dimostrato protagonismo nelle politiche ambientali, attraverso l’adesione al Patto dei Sindaci, lanciato nel 2008 dalla Commissione europea per coinvolgere le istituzioni e i cittadini nel raggiungimento di obiettivi strategici della politica energetica europea, nell’ambito del quale l’Upi è struttura di supporto di II livello per tutto il sistema delle province italiane”.