• Articolo , 14 aprile 2008
  • La benzina davvero “verde” sarà ricavata dagli alberi?

  • Sarebbe molto più simile alla benzina che non all’etanolo, ma ottenuto con meno energia rispetto a questo, più semplice da produrre e ancor meno inquinante degli altri biocarburanti

E’ la rivista scientifica “Chemistry & Sustainability, Energy & Materials” a presentare la ricerca realizzata dagli scienziati dell’università del Massachussets-Ahmerst. Si tratta della possibilità di produrre vera e propria benzina verde, con caratteristiche analoghe ai carburanti (e non del semplice etanolo) a partire da biomasse sostenibili: residui del taglio degli alberi o altri materiali di scarto.
“I biocarburanti del futuro saranno molto simili agli attuali carburanti – spiega uno degli studiosi impegnati nel progetto, George Huber – Il problema per gli ingegneri adesso é come produrli efficacemente con le infrastrutture che si hanno oggi”. Il metodo messo a punto dai ricercatori riscalda il legno velocemente in presenza di un catalizzatore, per raffreddarlo poi altrettanto rapidamente. Cosi in due minuti (non per dire, ma in veri 120″), viene prodotto un liquido con toluene e naftalene, che da soli sono un quarto dei componenti della benzina. Successive reazioni, già studiate, forniscono poi anche gli altri componenti necessari. “Questo processo richiede meno energia di quello per produrre etanolo, ed é quindi più sostenibile dal punto di vista ambientale – puntualizza Huber – Se si usano fonti di cellulosa come i residui dell’agricoltura, gli scarti di lavorazione o cose del genere, si superano anche molti dei problemi che ci sono oggi con i biocarburanti tradizionali”.